Giacobbe di Alessandria

Giacobbe
50º papa della Chiesa copta
Elezione12 maggio 819
Fine patriarcato21 febbraio 830
PredecessoreMarco II
SuccessoreSimeone
Giacobbe

Papa copto

 
Venerato daChiesa copta
Ricorrenza21 febbraio
14 meshir (calendario copto)

Papa Giacobbe di Alessandria (in copto: Ⲓⲁⲕⲱⲃⲟⲥ, in arabo: يعقوب‎; Egitto, ... – Alessandria d'Egitto, 21 febbraio 830) è stato il 50º papa della Chiesa copta, dall'819 alla sua morte.[1] È venerato come santo dalla Chiesa copta[2].

Prima di diventare patriarca, era un presbitero[3] e monaco del monastero di San Macario il Grande (Abu Maqar).[1][2][3] Fu falsamente accusato di omicidio, accusa per la quale rischiò la pena di morte.[3] Gli sono attribuiti miracoli in vita.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Otto Friedrich August Meinardus, Two Thousand Years of Coptic Christianity, Il Cairo, American Univ in Cairo Press, 2002, p. 275, ISBN 9774247574.
  2. ^ a b c (EN) 2. The Departure of St. James (Yacobus), 50th Pope of Alexandria., Coptic Orthodox Church Network. URL consultato il 17 luglio 2020.
  3. ^ a b c Padri Benedettini della Congregazione di S.Mauro in Francia, L'Arte di verificare le date dei fatti storici delle inscrizioni delle cronache e di altri antichi monumenti dal principio dell'era cristiana fino all'anno 1770, traduzione di Giuseppe Pontini di Quero, vol. 2, Venezia, Tipografia Gatti, p. 294.

Collegamenti esterniModifica