Meshir (in copto: Ⲙⲉϣⲓⲣ), conosciuto anche come Mechir (in greco: Μεχίρ, Mekhír) e Amshir[1] (in arabo: أمشير), è il sesto mese dei calendari egizio e copto. Nel calendario Gregoriano, Meshir corrisponde al periodo che va dall'8 febbraio al 9 marzo.

Nell'antico Egitto, il mese di Meshir era anche il secondo mese della stagione del Peret ("primavera", "emersione" o "comparsa delle terre"), il periodo in cui le acque del Nilo retrocedevano e i campi cominciavano a dare frutti nelle terre egiziane.

NomeModifica

Il nome del mese di Meshir deriva da quello di Mechir, antica divinità egizia, signore del vento.

Il nome in lingua egizia era:

G17
D36
Aa1
D21

o

G20Aa1
Z4

(Mẖr o Jmẖr).

Sinassario copto del mese di MeshirModifica

Di seguito il sinassario del mese:[2]

Copto Giuliano Gregoriano Commemorazioni
Meshir

1

Gennaio

26

Febbraio

8

2 27 9
3 28 10
  • Deposizione di San Giacomo l'eremita. (IV sec.)
4 29 11
5 30 12
  • Deposizione di Sant'Agrippino, 10º Papa di Alessandria.
  • Memoria dei SS. Abba Bishay, del monastero di Akhmin, e Abba Abanoub, del ventaglio d'oro.
  • Deposizione di Sant'Apollo di Bawit, amico di Abba Abib.
  • Memoria della traslazione delle reliquie dei 49 Anziani di Scete nel monastero di San Macario.
6 31 13
  • Ritrovamento delle reliquie di Sant'Ippolito, Papa di Roma.
  • Martirio dei Santi Anargiri Ciro e Giovanni di Alessandria, delle tre vergini Teodora, Teodosia e Teopista, e della loro madre Atanasia.
7 Febbraio

1

14
8 2 15
9 3 16
  • Deposizione di San Barsauma, capostipite dei monaci siriani. (V sec.)
  • Martirio di San Paolo il Siro.
10 4 17
  • Martirio dell'Apostolo San Giacomo il Minore, figlio d'Alfeo.
  • Martirio di San Giusto, figlio dell'imperatore romano Numeriano, e famiglia.
  • Deposizione di Sant'Isidoro di Pelusio. (IV-V sec.)
  • Martirio di San Filone, vescovo in Persia.
11 5 18
12 6 19
13 7 20
  • Martirio di San Sergio d'Atripe, della famiglia e dei compagni.
  • Deposizione di San Timoteo III, 32º Papa di Alessandria. (+ 528)
14 8 21
  • Deposizione di San Severo il Grande, Corona dei Siriani, Patriarca di Antiochia. (+ 538)
  • Deposizione di San Giacobbe, 50º Papa di Alessandria. (+ 821)
15 9 22
16 10 23
17 11 24
  • Martirio di San Mina di Al-Ashmunayan, monaco. (VII sec.)
18 12 25
19 13 26
  • Memoria della traslazione delle reliquie di San Martiniano, eremita.
20 14 27
  • Deposizione di San Pietro II, 21º Papa di Alessandria. (+ 370)
  • Martirio dei Santi Basilio, Teodoro e Timoteo ad Alessandria.
21 15 28
22 16 Marzo

1

  • Deposizione di San Maruta, vescovo di Maiferqat.
  • Traslazione delle reliquie dei martiri sotto Diocleziano.
23 17 2
  • Martirio di Sant'Eusebio il Capitano, figlio del ministro Basilide, sotto Diocleziano. (III-IV sec.)
24 18 3
  • Deposizione di Sant'Agàpito Confessore e Taumaturgo, vescovo di Sinnada di Frigia. (IV sec.)
  • Martirio dei SS. Timoteo, Agapio e Tecla di Palestina (+ 304)
  • Martirio di San Mattia.
25 19 4
26 20 5
  • Deposizione del profeta Osea.
  • Martirio di San Sadoth, vescovo di Seleucia, e dei suoi 128 compagni in Persia. (+ 342)
27 21 6
28 22 7
  • Martirio di San Teodoro di Alessandria.
29 23 8
30 24 9

NoteModifica

  1. ^ Gawdat Gabra, Coptic Calendar, in The A to Z of the Coptic Church, A to Z Guide Series, The Scarecrow Press, 2008, pp. 70-1. URL consultato il 12 aprile 2018..
  2. ^ Synaxarium of the month of Amshir, Saint Takla Haymanout. URL consultato il 24 maggio 2018.