Simeone II di Alessandria

papa della Chiesa ortodossa copta
Simeone II
Papa di Alessandria
Intronizzazione830
Fine patriarcato830
PredecessoreGiacobbe
SuccessoreGiuseppe I
 
NascitaVIII secolo
Morte830
Simeone II
NascitaVIII secolo
Morte830
Venerato daChiesa ortodossa copta
Ricorrenza3 Paopi

Papa Simeone II (in arabo egiziano سيمون التانى; VIII secolo830), è stato il 51º Papa della Chiesa ortodossa copta, venerato come santo dalla Chiesa copta[1].

Era figlio di cristiani della nobiltà di Alessandria.[1] Sin da piccolo fu coltivato alla fede cristiana e scelse la vita monastica, per cui andò nel deserto di Scete,[1] nel monastero di San Macario[2] dove entrò nella cella del suo predecessore Giacobbe, con cui ebbe a che fare per anni di ascesi.[1] Quando Marco II divenne patriarca, richiese la collaborazione di Simone, che rimase fino alla morte del patriarca.[1] Quando anche il suo padre spirituale Giacobbe salì sul trono papale, rimase con lui.[1] Alla morte del papa, chierici e anziani lo elessero successore all'unanimità, contro la sua volontà[1] nell'830.[2] Rimase sul trono per cinque mesi e mezzo prima di morire il 3 Paopi 822 del calendario copto.[1][3]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h Coptic Orthodox Church Network.
  2. ^ a b Meinardus, p.275.
  3. ^ Secondo la cronotassi dei Padri Benedettini sarebbe stato ordinato patriarca il 17 Koiak dell'836 d.C. e sarebbe morto il 30 settembre 837 (3 paopi).

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica