Apri il menu principale
Giovanni Gao Kexian
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Zhoucun
Amministratore apostolico di Yantai
 
Nato1928
Ordinato presbiteroagosto 1983
Consacrato vescovo2 settembre 1993
Deceduto24 gennaio 2003
 

Giovanni Gao Kexian[1] (192824 gennaio 2003) è stato un vescovo cattolico cinese.

Indice

BiografiaModifica

Monsignor Gao Kexian è stato vescovo cattolico della diocesi di Zhoucun (dal 1993) e amministratore apostolico della diocesi di Yantai (dal 1997), nello Shandong.

Nato da una famiglia cattolica da diverse generazioni, fu ordinato sacerdote nel 1983 subendo la persecuzione del governo Cinese non avendo accettato di aderire all'associazione patriottica cattolica cinese controllata dal Governo.

Per esercitare il suo ministero pastorale ha vissuto per decenni, tra un arresto e l'altro, come prete clandestino. Fu anche insegnante in uno dei seminari clandestini dello Hebei.

Arrestato un'ultima volta nell'ottobre del 1999 all'età di 71 anni e detenuto presumibilmente in una prigione nel Nord della Cina. Nel 2002 il presidente degli Stati Uniti, in visita ufficiale in Cina, preoccupato per la sorte di Gao Kexian ne chiese inutilmente la liberazione a Jiang Zemin.

Ipotesi sulla morteModifica

Di lui non si seppe più nulla fino a quando, nell'agosto del 2003, il suo cadavere fu restituito alla famiglia senza alcuna spiegazione.

Altre fonti dicono che il suo corpo sia stato portato alla cremazione alla sola presenza di alcuni poliziotti.

Solo alla notizia della sua morte la Santa Sede rivelò che Gao Kexian in realtà era stato ordinato vescovo nel 1993 e la notizia era stata tenuta segreta per evitare di esporlo inutilmente a più gravi ritorsioni del Governo.

NoteModifica

  1. ^ Nell'onomastica cinese il cognome precede il nome. "Gao" è il cognome.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica