Apri il menu principale
Giovanni Tagliavia d'Aragona
Marchese di Terranova
Conte di Castelvetrano
Stemma
In carica 1530-1549
Investitura 18 aprile 1530
Successore Carlo d'Aragona Tagliavia
Altri titoli Barone di Borgetto, di Pietra Belice e di Burgio Milluso
Nascita 1502
Morte Mazara, 23 settembre 1548
Dinastia Tagliavia
Padre Giovanni Vincenzo Tagliavia Amato
Madre Beatrice d'Aragona
Consorte Antonia Concessa d'Aragona Alliata
Figli
  • Carlo
  • Pietro
  • Anna
  • Giuseppe
Religione Cattolicesimo
Giovanni Tagliavia d'Aragona
 – 23 settembre 1548
Morto aMazara del Vallo
Cause della mortenaturali
Luogo di sepolturaMazara del Vallo
ReligioneCattolicesimo
Dati militari
Paese servitoFlag of Cross of Burgundy.svg Impero spagnolo
GradoGrande ammiraglio
voci di militari presenti su Wikipedia

Giovanni Tagliavia d'Aragona, marchese di Terranova (1502Mazara del Vallo, 23 settembre 1548), è stato un nobile, politico e militare italiano del XVI secolo.

Indice

BiografiaModifica

Nacque presumibilmente nel 1502, da Giovanni Vincenzo, barone di Castelvetrano, e dalla di lui consorte la nobildonna Beatrice d'Aragona dei baroni di Avola e di Terranova, di cui era figlio terzogenito.

Fin da adolescente intraprese la carriera militare, e fu al seguito dell'imperatore Carlo V d'Asburgo nelle battaglie che vedevano impegnato l'esercito imperiale spagnolo in Germania, nel Mediterraneo e in Nord Africa.[1] Fu il più apprezzato tra i militari siciliani al servizio della Corona iberica[1], e ciò gli valse le nomine a Grande ammiraglio e Gran connestabile del Regno, nonché l'investitura a I marchese di Terranova, per privilegio ottenuto dall'Imperatore asburgico in data 18 aprile 1530, esecutoriato il 9 settembre.[2] Prese parte alla spedizione di Algeri del 1529, e nel 1535, a capo della squadra navale siciliana in supporto alle armate spagnole, conquistò Tunisi e La Goletta.[1]

Nel 1538, Ferrante Gonzaga, vicerè di Sicilia, lo nominò presidente e capitano generale del regno isolano, incarico che ricoprì fino al 1540, ed una seconda volta nel 1544-45.[2] In quello stesso anno morì il padre, che divenuto Conte di Castelvetrano nel 1522, lo lasciò erede del medesimo feudo e titolo, e degli altri beni feudali e immobiliari della famiglia.[3]

Morì improvvisamente a Mazara del Vallo il 23 settembre 1548, all'età di 46 anni.[1]

Matrimonio e discendenzaModifica

Il marchese Giovanni Tagliavia d'Aragona sposò nel 1515 ad appena 13 anni di età, la cugina e cognata Antonia Concessa d'Aragona Alliata, vedova del fratello maggiore Francesco, morto precocemente, figlia di Carlo, barone di Avola.[1] Dall'unione nacquero i seguenti figli:

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f Galizia.
  2. ^ a b Villabianca, p. 12.
  3. ^ Torre.

BibliografiaModifica

  • F. M. Emanuele e Gaetani, marchese di Villabianca, Della Sicilia nobile. Parte Seconda., vol. 2, Palermo, Stamperia de' Santi Apostoli, 1757.
  • L. Scalisi, «Magnus Siculus». La Sicilia tra impero e monarchia (1513-1578), Bari, Laterza, 2012, ISBN 8858106180.

Collegamenti esterniModifica