Apri il menu principale
Princely Hat.svg
Giovanni Weikhard di Auersperg, I principe di Auersperg
Janez Vajkard Auersperg.jpg
Ritratto del principe Giovanni Weikhard di Auersperg in una litografia d'epoca
Principe di Auersperg
Stemma
In carica 1653 - 1677
Predecessore Titolo inesistente
Successore Giovanni Ferdinando
Trattamento Sua Altezza Serenissima
Nascita Žužemberk, 11 marzo 1615
Morte Lubiana, 11 novembre 1677
Dinastia Auersperg
Padre Dietrich II von Auersperg
Madre Sidonia Gall von Gallenstein
Consorte Maria Katharine von Losenberg
Religione cattolicesimo

Giovanni Weikhard di Auersperg, I principe di Auersperg (Žužemberk, 11 marzo 1615Lubiana, 11 novembre 1677), fu principe di Auersperg dal 1653 alla sua morte.

BiografiaModifica

 
Il castello di Žužemberk dove nacque Giovanni Weikhard

Giovanni Weikhard era figlio del conte Dietrich II von Auersperg e di sua moglie, Sidonia Gall von Gallenstein. La famiglia von Auersperg era originaria della Carniola, in Austria.[1]

Giovanni Weikhard iniziò la propria carriera alla corte imperiale austriaca nel 1640, quando venne nominato Obersthofmeister e insegnante di Ferdinando IV, all'epoca ancora solo re dei Romani. Nel 1653 l'imperatore Ferdinando III decise di ricompensarlo per il proprio servizio promuovendolo al rango di principe del Sacro Romano Impero. L'anno successivo, lo stesso imperatore, grazie al suo ruolo di re di Boemia, lo infeudò del Ducato di Münsterberg e della città di Ząbkowice Śląskie.[2]

Seppe mantenere una notevole influenza politica anche durante il primo decennio di governo dell'imperatore Leopoldo I. Come primo ministro imperiale, concluse il trattato segreto con la Francia il 19 gennaio 1668 per la tacita divisione della monarchia spagnola e collaborò coi cattolici per la costituzione della triplice alleanza tra Austria, Francia e Spagna. Fu, ad ogni modo, sospettato di aver intrattenuto dialoghi segreti con Luigi XIV che gli avrebbe proposto un posto come cardinale e per questo venne ritirato dai suoi incarichi e bandito da corte il 10 dicembre 1669. Condannato a morte per alto tradimento, la sentenza ad ogni modo non venne mai eseguita. Visse il resto della sua vita nella sua residenza in Carniola.

Nel 1673 ereditò le signorie di Kočevje e Žužemberk da suo fratello maggiore, Wolf Engelbrecht, conte di Auersperg.

Matrimonio e figliModifica

Giovanni Wekhard sposò il 31 gennaio 1654 la contessa Maria Katharine von Losenberg (1635–1691), figlia del conte Georg Achaz von Losenstein-Gschwendt e di sua moglie, la contessa Maria Anna Franziska von Mansfeld. La coppia ebbe insieme i seguenti figli:

  • Giovanni Ferdinando (1655-1705), II principe di Auersperg, II duca di Slesia-Münsterberg, sposò la contessa Maria Anna von Herberstein (1660-1726)
  • Francesco Carlo (1660-1713), III principe di Auersperg, III duca di Slesia-Münsterberg, sposò nel 1685 la contessa Maria Therese von Rappach (1660-1741)
  • Leopoldo (1662-1705), sposò nel 1703 la contessa Susanne Borzita von Martinitz (1670-1717)
  • Maria Francesca (1664-1739), sposò nel 1693 il conte Heinrich Franz I von Mansfeld, principe di Fondi (1640-1715)
  • Maria Luisa, monaca (1668-1698)
  • Teresa, monaca (1656-1729)
  • Maria Anna (1666-1704)
  • Maria Anna Maddalena (1658-1660)

OnorificenzeModifica

Albero genealogicoModifica

Giovanni Weikhard di Auersperg, I principe di Auersperg Padre:
Dietrich II von Auersperg, conte di Auersperg
Nonno paterno:
Christoph II von Auersperg, barone di Auersperg
Bisnonno paterno:
Herward VIII von Auersperg, barone di Auersperg
Trisnonno paterno:
Trajan von Auersperg, barone di Auersperg
Trisnonna paterna:
Anna von Egkh
Bisnonna paterna:
Christiane Marie Regine von Spaur und Flavon
Trisnonno paterno:
Ulrich von Spaur und Flavon
Trisnonna paterna:
Caterina Madruzzo
Nonna paterna:
Anna von Maltzan
Bisnonno paterno:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Bisnonna paterna:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Madre:
Sidonie Gall von Gallenstein
Nonno materno:
Cosmos Gall von Gallenstein
Bisnonno materno:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Bisnonna materna:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Nonna materna:
Felizitas Hofer von Tibein
Bisnonno materno:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Bisnonna materna:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?

NoteModifica

  1. ^ Miroslav Marek, Genealogy of Auersperg, Genealogy.EU.
  2. ^ Herbert Schmidt: Der Silbererzbergbau in der Grafschaft Glatz und im Fürstentum Münsterberg-Oels. Von den mittelalterlichen Anfängen bis zum Niedergang, Tectum-Verlag, Marburg, 2003, ISBN 3-8288-8500-4, p. 18

BibliografiaModifica

  • (DE) Gustav Adolf Metnitz, Auersperg, Johann Weikhard Fürst (seit 17.9.1653), in Neue Deutsche Biographie, vol. 1, Berlino, Duncker & Humblot, 1953, ISBN 3-428-00182-6, p. 437 f.. (On line).
  • Grete Mecenseffy: Im Dienste dreier Habsburger. Leben und Wirken des Fürsten Johann Weikhard Auersperg (1615–1677). in: Archiv für österreichische Geschichte, vol. 114, 1938, p. 295–509.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN7818567 · GND (DE104270136 · CERL cnp00363102 · WorldCat Identities (EN7818567
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie