Giulio Cesare Milani

pittore italiano

Giulio Cesare Milani (Bologna, 16211678) è stato un pittore italiano del barocco bolognese.

Nacque a Bologna dove è stato allievo di Simone Cantarini e Flaminio Torri assieme a Lorenzo Pasinelli. Si distinse come "uno de' più bravi allievi" alla scuola del Torri, perfezionandosi tanto "a copiare così eccellentemente le Opere de’ Gran Maestri" quanto a eseguire lavori "di sua invenzione"[1]. Egli dipinse lo Sposalizio della Vergine per l'oratorio della confraternita di San Giuseppe a Bologna e Sant'Antonio di Padova che appare al beato Toma abate di Vercelli per la chiesa di Santa Maria del Cestello (sempre nel capoluogo emiliano) ma entrambe queste opere furono disperse a seguito delle soppressioni napoleoniche. Eseguì, poi per la chiesa dei Servi in Bologna una Sacra Famiglia con San Giovanni ed una lunetta con la Vergine che porge l'abito a San Filippo Benizzi.[2][3]

NoteModifica

  1. ^ L. Crespi, Vite de’ pittori bolognesi non descritte nella Felsina pittrice, Roma, 1769, p. 144.
  2. ^ R. Roli, Pittura bolognese 1650-1800. Dal Cignani ai Gandolfi, Bologna, 1977.
  3. ^ Giulio Cesare Milani, su treccani.it.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN67530386 · ISNI (EN0000 0000 6683 9184 · CERL cnp00515377 · Europeana agent/base/103870 · ULAN (EN500052218 · GND (DE128872004 · WorldCat Identities (ENviaf-67530386