Apri il menu principale

Giulio Petroni (Roma, 21 settembre 1917Roma, 31 gennaio 2010) è stato un regista, sceneggiatore e scrittore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Dopo essersi laureato in lettere Giulio Petroni inizia lavorare come regista realizzando un cortometraggio per il cinegiornale della INCOM, intitolato Goethe a Roma. Antifascista partecipa alla resistenza e viene successivamente decorato con la Medaglia d'Argento. Nel dopoguerra lavora a lungo come documentarista e soltanto nel 1959 firma la regia del suo primo lungometraggio, La cento chilometri, una commedia di Pasquale Festa Campanile con Massimo Girotti, Riccardo Garrone e Marisa Merlini.

Nel 1986 ha vinto il Premio Dessì per la narrativa.[1]

Opere letterarieModifica

  • La città calda, G. Feltrinelli, Milano 1961
  • Il rivale, Marsilio, Venezia 1980
  • Le speranze e gli inganni, Dalia, Roma 1986
  • Il rancore, Dalia, Roma 1989
  • La strega di Colobraro, Dalia, Roma 1992
  • Se questa è una patria, Dalia, Roma 1995
  • Le ceneri del cinema italiano, Dalia, Roma 2001
  • La quadrupla verità, Roma, Dalia, stampa 2001
  • Lore Blum, Dalia, Roma 2002
  • Sgarbo a Sgarbi e la sua band, S.l. Dalia, 2002
  • Le passeggiate nelle sabbie mobili, Dalia, Roma 2004
  • Trash, Dalia, Roma 2004

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Albo D'oro Vincitori Premio Letterario, su fondazionedessi.it. URL consultato il 21 maggio 2019.
  2. ^ a b sito "Imdb.it" Giulio Petroni - IMDb

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN103657495 · ISNI (EN0000 0000 7825 7317 · GND (DE1123533318 · BNF (FRcb14127957f (data) · WorldCat Identities (EN103657495