Apri il menu principale
Godescalco: solido
Gottschalk soiidus 722258.jpg
D N I-INЧS P P, busto coronato e drappeggiato di fronte, che tiene globo crucigero; corona sormontata da ••• VICTORI IVGVSTO, croce potenziata su globo posto su quattro scalini; D-G nel campo; CONOB in esergo.
AV (a basso titolo), 3,90 g, 6h, cfr. MEC 1, 1091

Godescalco[1] (... – 742) è stato un duca longobardo, duca di Benevento dal 739 alla morte[2]. L'ascesa di Godescalco avvenne senza l'approvazione reale.

Indice

BiografiaModifica

Con il ritorno di Trasamondo II al potere nel ducato di Spoleto, l'ira di Liutprando, re dei Longobardi si spostò nell'Italia centrale e meridionale. Dopo essersi occupato di Trasimundo, Liutprando si rivolse a Benevento, dove Godescalco si preparava a fuggire. Il duca aveva già messo a bordo di una nave i suoi beni, la sua famiglia e la moglie Anna, quando il popolo, fedele alla memoria di Romualdo II, lo uccise. La moglie e la famiglia fuggirono in Grecia, mentre sul trono beneventano fu restaurato Gisulfo II

NoteModifica

  1. ^ Il nome oltre a Godescalco è riportato come Gottschalk o Gotteschalchus[senza fonte].
  2. ^ Sergio Rovagnati, I Longobardi, p. 115.

BibliografiaModifica

Fonti primarie
Letteratura storiografica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica