Apri il menu principale

Governo Cavour II

11º Governo del Regno di Sardegna
Governo Cavour II
Camillo benso Conte di Cavour iii.jpg
StatoRegno di Sardegna Regno di Sardegna
Presidente del ConsiglioCamillo Benso, conte di Cavour
(Destra storica)
CoalizioneConnubio
indipendenti
LegislaturaV, VI
Giuramento4 maggio 1855
Dimissioni12 luglio 1859
Governo successivoLa Marmora
19 luglio 1859
Left arrow.svg Cavour I La Marmora I Right arrow.svg

Il Governo Cavour II è stato in carica dal 4 maggio 1855 al 19 luglio 1859. In seguito all'Armistizio di Villafranca diede le dimissioni il 12 luglio 1859.

  • Composizione del governo:

Indice

Presidente del Consiglio dei ministriModifica

MinisteriModifica

Affari EsteriModifica

Ministro Camillo Benso, conte di Cavour fino al 31 maggio 1855
Luigi Cibrario dal 31 maggio 1855 fino al 5 maggio 1856
Camillo Benso, conte di Cavour dal 5 maggio 1856 fino al 19 luglio 1859

InternoModifica

Ministro Urbano Rattazzi fino al 15 gennaio 1858
Camillo Benso, conte di Cavour dal 15 gennaio 1858 fino al 19 luglio 1859

Grazia e Giustizia e Affari EcclesiasticiModifica

Ministro Urbano Rattazzi approssimativamente fino al maggio-luglio 1855
Giovanni De Foresta (1799-1872) dal maggio-luglio 1855 fino al 19 luglio 1859

GuerraModifica

Ministro Giacomo Durando fino al 1856[1]
Alfonso Ferrero La Marmora dal 1856 fino all'aprile 1859
Camillo Benso, conte di Cavour dall'aprile 1859 fino al 19 luglio 1859

FinanzeModifica

Ministro Camillo Benso, conte di Cavour fino al 15 gennaio 1858
Giovanni Lanza dal 15 gennaio 1858 fino al 19 luglio 1859[2]

Lavori PubbliciModifica

Ministro Pietro Paleocapa fino al 19 novembre 1857
Bartolomeo Bona dal 19 novembre 1857 fino al 19 luglio 1859

Pubblica IstruzioneModifica

Ministro Luigi Cibrario fino al 31 maggio 1855
Giovanni Lanza dal 31 maggio 1855 fino al 18 ottobre 1858
Carlo Cadorna dal 18 ottobre 1858 fino al 19 luglio 1859

Senza portafoglioModifica

Ministro Pietro Paleocapa dal 19 novembre 1857 fino al 19 luglio 1859

NoteModifica

  1. ^ Fino al ritorno del generale Alfonso Ferrero La Marmora dalla Guerra di Crimea.
  2. ^ In assenza di Cavour, Giovanni Lanza guidò le Finanze anche dal 19 novembre al 12 dicembre 1855 e dal 13 febbraio al 30 aprile 1856.

BibliografiaModifica

  • Rosario Romeo, Vita di Cavour, Laterza, Bari, 2004, pp. 299–300, 335, 371, 421, 432. ISBN 88-420-7491-8.
  • Francesco Bartolotta, Parlamenti e Governi d'Italia dal 1848 al 1970, 2 Voll., Vito Bianco editore, Roma, 1971, II Vol., p. 27.

Collegamenti esterniModifica

  • Pietro Paleocapa, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.