Apri il menu principale

ToponimoModifica

Il nome Grand Eyvia significa "grande acqua" in patois cognein.

DescrizioneModifica

Il bacino del fiume è asimmetrico; il versante destro è ripido e solcato da brevi torrenti mentre il versante sinistro è solcato da torrenti più lunghi e con portate più regolari.

All'imbocco della val di Cogne è scavalcato dal Ponte acquedotto di Pont d'Aël, di epoca romana.

PercorsoModifica

Il torrente prende forma dalla confluenza di due torrenti: il torrente urtier e il torrente valnontey. Dopo la confluenza, esso è chiamato grand eyvia. Il suo percorso procede impetuoso, tra gole altissime, massi imponenti e acque schiumosissime, il torrente ritorna calmo a Aymavilles, dove con dolcezza si getta nella dora Baltea.

Energia idroelettricaModifica

Lungo il suo corso, il torrente è usato per produrre energia idroelettrica. Nel comune di Aymavilles si trova la centrale omonima che ne sfrutta le acque.[1]

Affluenti principaliModifica

La Grand Eyvia si forma dalla confluenza di numerosi secondari che scendono dai valloni secondari della valle di Cogne. I principali affluenti sono:

  • Torrente Grand Nomenon
  • Torrente Ronc
  • Torrente Tradzo des Ors
  • Torrente Valnontey
  • Torrente Urtier
  • Torrente Grauson
  • Torrente Arpisson.

NoteModifica

  1. ^ CVA, Centrale di Aymavilles, su cva-ao.it. URL consultato il 1º novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2013).

Altri progettiModifica

  Portale Valle d'Aosta: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Valle d'Aosta