Apri il menu principale

Grande, grande, grande/Non ho parlato mai

singolo di Mina del 1972
(Reindirizzamento da Grande grande grande)
Grande, grande, grande
Non ho parlato mai
Grande, grande, grande.jpg
ArtistaMina
Tipo albumSingolo
Pubblicazionegennaio 1972
Album di provenienzaMina
GenereMusica leggera
Pop
EtichettaPDU
ArrangiamentiPino Presti lato A
Mario Robbiani lato B
Formati7"
Mina - cronologia
Singolo precedente
(1971)
Singolo successivo
(1972)

Grande, grande, grande/Non ho parlato mai è il 109° singolo di Mina, pubblicato a gennaio del 1972 su vinile a 45 giri dall'etichetta privata dell'artista PDU e distribuito dalla EMI Italiana.[1][2] Il singolo ebbe un enorme successo in Italia diventando il singolo più venduto del 1972.

Grande, grande, grande sfondò anche all'estero tanto da essere reinterpretato negli anni a venire, da artisti di fama internazionale come Shirley Bassey, Céline Dion e Luciano Pavarotti.

Indice

ContenutiModifica

Grande, grande, grande/Non ho parlato mai è il secondo singolo estratto dall'album Mina, ristampato dalla EMI nell'aprile del 2013. Il disco fu stampato e distribuito in Germania nel 1972 e in francia nel 1973 con copertine diverse.[3][4]

La traccia del lato A è stata scritta da Alberto Testa autore dei testi, mentre la musica è di Tony Renis e Newell e l'arrangiamento di Pino Presti. Grande, grande, grande sarà incluso in ogni raccolta della cantante, prima fra tutte Del mio meglio n. 2 del 1973.

I testi della traccia del lato B furono scritti da Paolo Limiti, mentre la musica e l'arrangiamento furono curati da Mario Robbiani. Non ho parlato mai è stato invece inserito soltanto nell'antologia della EMI, Scritte per Mina. Firmato Paolo Limiti, pubblicata a giugno del 2013.[5]

Successo e classificheModifica

Pubblicato all'inizio del 1972 entra tra i primi dieci in classifica l'ultima settimana di febbraio, accede al podio una prima volta l'11 marzo, poi stabilmente dal 25 marzo al 3 giugno.

Classifica   1972[6] Posizione Settimane
26 febbraio 6 1
4 marzo 4 1
11 marzo 2 1
18 marzo 4 1
25 marzo 3 1
1 - 22 aprile 2 4
Classifica Posizione Settimane
29 aprile - 20 maggio 1 4
27 maggio 3 1
3 giugno 2 1
10 - 17 giugno 4 2
24 giugno - 1 luglio 5 2
8 luglio 6 1

Saldamente dietro Imagine di John Lennon, raggiunge e mantiene il secondo posto per tutto aprile e la prima piazza durante maggio. Alla fine del mese scende in 3ª posizione, superato da Lucio Battisti con I giardini di marzo e da Parole parole, realizzata da Mina stessa. Nuova risalita al secondo posto la prima settimana di giugno, per uscire gradualmente dalle prime cinque un mese dopo.

In assoluto è il 45 giri più venduto durante il 1972.[7]

Grande, grande, grandeModifica

La storiaModifica

 
Etichetta della versione originale di Grande, grande, grande

Il brano fu scritto nel 1966 da Tony Renis che a causa di impegni di lavoro che aveva all'estero, fu costretto ad accantonarlo temporaneamente. Convinto che si trattasse di un pezzo adatto ad una voce femminile provò ad offrirlo a molte cantanti italiane qualiː Ornella Vanoni, Milva, Rosanna Fratello, Orietta Berti e Mina. Quest'ultima la contrario delle altre, anche se perplessa per l'arrangiamento ormai datato, lo fece ascoltare al giovane bassista della sua orchestra, Pino Presti, che in brevissimo tempo, ri-arrangiò il giro armonico e la ritmica, inserendo archi, cori e una sezione di fiati, stravolgendolo completamente in una versione più moderna ed efficace, riconoscibile fin dalle primissime battute. Fu così che la cantante decise allora di inserire il pezzo nel suo nuovo 33 giri intitolato Mina, ma non volle pubblicarlo come singolo di anticipazione dell'album.[8][9]

Lo stesso Renis segnalò la canzone, promuovendo anche personalmente l'album della sua collega, presso i curatori delle varie trasmissioni radiofoniche e pregandoli di inserirla tra quelle in programmazione. Accadde così che, durante il programma radiofonico Supersonic e per la prima volta in una radio, il pezzo fu diffuso per ben due volte durante la stessa serata.[8]

Conseguentemente alle pressanti richieste del pubblico, Grande, grande, grande fu rilasciato come secondo singolo promozionale, diventando in brevissimo tempo uno dei successi più eclatanti nella carriera dell'artista.

Il pezzo fu definitivamente consacrato quando Mina lo interpretò durante la prima puntata dello show televisivo Teatro 10, andata in onda l'11 marzo 1972 e condotto insieme ad Alberto Lupo.[9] Il videoclip della canzone, comprensivo dell'introduzione di Lupo, è stato reso disponibile sul DVD Gli anni Rai 1968-1972 Vol. 2, inserito in un cofanetto monografico di 10 volumi pubblicato da Rai Trade e GSU nel 2008. La sola traccia audio dal vivo è invece presente sul CD I miei preferiti (Gli anni Rai) pubblicato nel 2014; sul DVD nella stessa confezione un video dall'esibizione ad Amico flauto (maggio 1972).[10]

Testo e musicaModifica

Sorretto da un grande impianto melodico, il testo tratteggia una donna di temperamento che si lamenta di una vita monotona, noiosa e banale come quella che trascorrono le sue amiche, mentre lei preferirebbe affrontare un'esistenza più interessante per cui valga la pena di combattere e lottare. L'interpretazione di Mina è intrigante e riflessiva, nel contempo sensuale e drammatica; la cantante sembra narrare qualcosa di sé tra il confidenziale e il morboso, tra l'ironico e l'autobiografico. Il pubblico, che non ha mai smesso di bersagliare l'artista per suoi atteggiamenti pubblici e privati, non aspetta altro, capisce e ne decreta un successo senza precedenti.[8][9]

Lo stesso Renis proporrà una versione intimistico-sussurrata; circolata pochissimo a suo tempo, è oggi disponibile su CD.

Altre versioni di MinaModifica

Nel 1972 Mina incide il brano sia in lingua spagnola sia il lingua inglese. La versione latina, con lo stesso titolo e adattata da Cholo Baltasar e Amart, fu pubblicata inizialmente per il mercato spagnolo e poi pubblicato per la prima volta in Italia nelle raccolte Colección latina (2001) e Yo soy Mina (2011).[11] La versione anglosassone; intitolata Never, never, never; fu adattata da Norman Newell e pubblicata nei greatest hits del 1977 Del mio meglio n. 4 e I Am Mina del 2011.

Grande, grande, grande fu pubblicato anche nell'album live Mina Live '78, dove è stato registrato e pubblicato l'ultimo concerto a La Bussola.

Formati e tracceModifica

LP Singolo 7" (Francia; Germania) (PDU
2 C 006-93450; Columbia: 1C006-93 450)
  1. Grande, grande, grande – 3:57 (testo: Alberto Testa – musica: Tony Renis)
  2. Non ho parlato mai – 3:23 (testo: Paolo Limiti – musica: Mario Robbiani)
LP Singolo 7" (Italia; Turchia) (PDU
P.A. 1070; Grafonola: GTS-10005)
  1. Grande, grande, grande – 3:57 (testo: Testa – musica: Renis)
  2. Non ho parlato mai – 3:23 (testo: Limiti – musica: Robbiani)

Crediti e personaleModifica

Personale

Cronologia di rilascioModifica

Paese Data Formato
Francia[4] 1973 Vinile (7")
Germania[3] 1972
Italia[12][13] 1972
2013
Turchia[14] 1972

Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) (versione di Shirley Bassey)Modifica

Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande)
ArtistaShirley Bassey
Tipo albumSingolo
Pubblicazione3 marzo 1973
Durata3ː35
Album di provenienzaNever Never Never
GenereJazz
Pop
EtichettaUnited Artists Records
ProduttoreNoel Rogers

Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) fu incisa e pubblicata nel marzo 1973 dalla cantante britannica Shirley Bassey come primo singolo promozionale dell'album Never Never Never. Il brano prodotto da Noel Rogers, fu un successo mondiale raggiungendo le top ten di Australia, Regno Unito, Singapore e Sud Africa.

Contenuti e successo commercialeModifica

La canzone fu pubblicata in tutto il mondo insieme alla traccia lato B Day By Day, brano tratto dall'album di Shirley Bassey, And I Love You So (1972).

Nel Regno Unito iI singolo raggiunse la numero otto della Official Singles Chart Top 50, rimanendo in classifica per 19 settimane e diventando uno dei più grandi successi della cantante.[15][16] Nel resto d'Europa il brano si classificò alla numero 13 nei Paesi Bassi, alla numero 29 in Belgio Fiandre e alla numero 48 in Germania.[17][18][19]

All'estero Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) fece ancora meglio; in Australia si posizionò prima in classifica mentre arrivò seconda in Sud Africa e terza a Singapore.[20][21] Negli Stati Uniti il singolo raggiunse la numero 48 della Billboard Hot 100 e la numero otto della Billboard Hot Adult Contemporary Tracks.[22][23]

Formati e tracceModifica

LP Singolo 7" (Angola; Portogallo) (United Artists Recordsː N-S-14-64)

  1. Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) (testo: Alberto Testa, Norman Newell – musica: Tony Renis)
  2. Day By Day (Stephen Schwartz, John-Michael Tebelak)

LP Singolo 7" (Australia; Israele) (United Artists Recordsː K-5035; United Artists Recordsː UP 35490)

  1. Never, Never, Never – 3:35 (testo: Testa, Newell – musica: Renis)
  2. Day By Day – 2:48 (Schwartz, Tebelak)

LP Singolo 7" (Canada; Stati Uniti) (United Artists Recordsː UA-XW211; United Artists Recordsː UA-XW211-W)

  1. Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) – 3:38 (testo: Testa, Newell – musica: Renis)
  2. Day By Day – 2:48 (Schwartz, Tebelak)

LP Singolo 7" (Francia; Regno Unito) (United Artists Recordsː UP 35.490)

  1. Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) – 3:35 (testo: Testa, Newell – musica: Renis)
  2. Day By Day (from the musical production "GODSPELL") – 2:48 (Schwartz, Tebelak)

LP Singolo 7" (Giappone) (United Artists Recordsː HIT-2105 (S))

  1. Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) – 3:40 (testo: Testa, Newell – musica: Renis)
  2. Day By Day – 2:45 (Schwartz, Tebelak)

LP Singolo 7" (Italia) (United Artists Recordsː UA 35490)

  1. Never, Never, Never (Versione inglese di "Grande, Grande, Grande") – 3:35 (testo: Testa, Newell – musica: Renis)
  2. Day By Day – 2:48 (Schwartz, Tebelak)

LP Singolo 7" (Libano) (United Artists Recordsː UA 943)

  1. Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) – 3:35 (testo: Testa, Newell – musica: Renis)
  2. Day By Day – 2:48 (Schwartz, Tebelak)

LP Singolo Promo 7" (Messico) (United Artists Recordsː G-1217)

  1. Nunca, Nunca, Nunca (Never, Never, Never) (testo: Testa, Newell – musica: Renis)
  2. Dia A Dia (Day By Day) (Schwartz, Tebelak)

LP Singolo 7" (Nuova Zelanda) (United Artists Recordsː UAK 5035)

  1. Never, Never, Never – 3:35 (testo: Testa, Newell – musica: Renis)
  2. Day By Day – 2:48 (Schwartz, Tebelak)

LP Singolo 7" (Spagna) (United Artists Recordsː HS 929)

  1. Grande, Grande, Grande (Never, Never, Never) – 3:35 (testo: Testa, Newell – musica: Renis)
  2. Dia Tras Dia (Day By Day) – 2:48 (Schwartz, Tebelak)

Crediti e personaleModifica

Personale

Cronologia di rilascioModifica

Paese Data Formato
Angola[24] 1974 Vinile (7")
Australia[25] 1973
Canada[26]
Francia[27]
Giappone[28]
Israele[29]
Italia[30]
Libano[31]
Nuova Zelanda[32]
Portogallo[33]
Regno Unito[34]
Spagna[35]
Stati Uniti[36]

I Hate You Then I Love You (versione di Céline Dion e Luciano Pavarotti)Modifica

I Hate You Then I Love You
ArtistaCéline Dion, Luciano Pavarotti
Tipo albumSingolo
Pubblicazione7 settembre 1998
Durata4ː42
Album di provenienzaLet's Talk About Love
GenerePop
Classical
EtichettaColumbia Records
ProduttoreDavid Foster, Humberto Gatica, Tony Renis
Registrazione1997
The Hit Factory
New York City (NY)
FormatiDisco promozionale
Céline Dion - cronologia
Singolo precedente
(1998)

I Hate You Then I Love You è la cover di Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) registrata in duetto tra la cantante canadese Céline Dion e il tenore italiano Luciano Pavarotti. La canzone fu prodotta da David Foster, Humberto Gatica e Tony Renis, quest'ultimo anche autore della musica del brano e inserita nell'album Let's Talk About Love (1997) di Céline Dion. Il duetto fu rilasciato in Italia il 7 settembre 1998 come sesto singolo promozionale dell'album.[37]

Antefatti e contenutiModifica

I Hate You Then I Love You è un adattamento in inglese della canzone italiana Grande, grande, grande registrata e pubblicata nel 1972 dalla cantante italiana Mina. Il brano fu già registrato in inglese nel '73 da Shirley Bassey con il titolo Never, Never, Never.

Il brano fu rilasciato solo come singolo radiofonico promozionale e non come singolo disponibile sul mercato.

Céline Dion e Luciano Pavarotti presentarono per la prima ed unica volta dal vivo il brano, cantando in duetto durante il concerto di beneficenza Pavarotti & Friends for the Children of Liberia il 9 giugno 1998.[38] La performance fu inserita nell'album live Pavarotti & Friends For The Children Of Liberia pubblicato nel 1998.[39]

Videoclip musicale e pubblicazioniModifica

Per il singolo fu realizzato anche un videoclip realizzato con le riprese del concerto benefico Pavarotti & Friends for the Children of Liberia, con le riprese della sessione di registrazione in studio del brano e con le riprese fatte in Africa dove fu necessario l'aiuto dei fondi raccolti durante il concerto promosso da Luciano Pavarotti.[40]

Nel DVD Au cœur du stade, pubblicato nel 1999 da Céline, è presente l'intera sessione di registrazione di I Hate You Then I Love You, dove compaiono oltre alla Dion e a Pavarotti anche i produttori David Foster, Humberto Gatica e Tony Renis.

Formati e tracceModifica

CD Singolo Promo (Italia) (Columbiaː SAMPCS 5641)

  1. I Hate You Then I Love You – 4:42 (testo: Alberto Testa, Fabio Testa, Norman Newell – musica: Tony Renis, Manuel De Falla)

Recensioni da parte della criticaModifica

L'editore de The New York Observer, Jonathan Bernstein, ha scritto in una recensione sull'album Let's Talk About Love, riguardo al brano I Hate You Then I Love You: "Luciano Pavarotti ha cantato con Bryan Adams, Elton John e Bono, ma la Dion ha qualcosa che ai suoi precedenti colleghi pop manca. Lei è udibile. Questo si rivela un orribile errore di calcolo, dato il calibro della canzone che hanno scelto di condividere. I Hate You Then I Love You; un remake ritmato di una vecchia canzone di Shirley Bassey; Never, Never, Never: è un travolgimento di camp in cui l'omone e il passerotto si lasciano andare su una giostra sessuale repressa. Tutte le ottave scatenate nel mondo non riescono a cancellare l'immagine mentale dell'accoppiamento più irrealizzabile formato da Biggie Smalls e Li'l Kim".[41]

Crediti e personaleModifica

Registrazione

Personale

Cover di altri interpretiModifica

Grazie al successo e alla notorietà ottenuti dal brano con rilevanti vendite anche a livello internazionale, nel corso degli anni Grande, grande, grande è stata incisa e registrata in nuove versioni da artisti italiani e internazionali. Oltre alle cover pubblicate da Shirley Bassey e Cèline Dion, la canzone fu incisa anche dalla cantante Mireille Mathieu nel 1974, la quale interpretò il testo adattato in francese da Charles Aznavour.[42] La cover fu estratta dall'album Le Vent de la nuit.[43] Nel 1996 la cantante greca Nana Mouskouri pubblicò un album in spagnolo intitolato Nana Latina dove fu incluso un duetto con Julio Iglesias sulla versione adattata in spagnolo di Grande, grande, grande; intitolata Se que volveras.[44] Nel 1999 il gruppo musicale italiano Giuliano Palma & the Bluebeaters pubblicò The Album, un disco contenente una cover di Never, Never, Never. Nel 2001 la cantante belga Dana Winner pubblicò un album intitolato Unforgettable; il quale conteneva una nuova registrazione della versione inglese di Grande, grande, grande.[45] Questa versione fu interpretata nel 2012 durante la terza serata della 62a edizione del Festival di Sanremo, da Nina Zilli in duetto con la cantante britannica Skye.

La canzone è stata interpretata da altri interpreti come: Vikki Carr (1972), John Holt (1973), Orietta Berti (1999) Pimpinela (2003) e David McAlmont (2005).[46][47][48][49][50]

NoteModifica

  1. ^ Mina Mazzini - Discografia singoli, su minamazzini.it.
  2. ^ Grande, grande, grande/Non ho parlato mai, su Discografia Nazionale della Canzone Italiana, ICBSA. URL consultato il 3 agosto 2017.
  3. ^ a b Mina (3) - Grande, Grande, Grande, su Discogs. URL consultato il 23 maggio 2019.
  4. ^ a b Mina (3) - Grande, Grande, Grande, su Discogs. URL consultato il 25 maggio 2019.
  5. ^ (EN) Scritte per Mina. Firmato Paolo Limiti, su Discogs, Zink Media. URL consultato il 3 agosto 2017.
  6. ^ Classifica settimanale vendite singoli 1972, Hit Parade Italia. URL consultato il 3 agosto 2017.
  7. ^ Classifica annuale vendite singoli 1972, Hit Parade Italia. URL consultato il 3 agosto 2017.
  8. ^ a b c Orlando R., Grande, grande, grande, Hit Parade Italia. URL consultato il 3 agosto 2017.
  9. ^ a b c La canzone d'autore italiana (scheda e testo), su Italica, Rai Internazionale, 2001. URL consultato il 3 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2013).
  10. ^ Dal 2012 tutte le raccolte NON fanno più parte della discografia ufficiale.
  11. ^ Mina (3) - Grande, Grande, Grande, su Discogs. URL consultato il 23 maggio 2019.
  12. ^ Mina (3) - Grande, Grande, Grande, su Discogs. URL consultato il 25 maggio 2019.
  13. ^ Mina (3) - Grande, Grande, Grande, su Discogs. URL consultato il 25 maggio 2019.
  14. ^ Mina (3) - Grande, Grande, Grande, su Discogs. URL consultato il 25 maggio 2019.
  15. ^ (EN) Official Singles Chart Top 50 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 25 maggio 2019.
  16. ^ SHIRLEY BASSEY | full Official Chart History | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 25 maggio 2019.
  17. ^ SHIRLEY BASSEY - NEVER, NEVER, NEVER, su dutchcharts.nl.
  18. ^ SHIRLEY BASSEY - NEVER, NEVER, NEVER, su ultratop.be.
  19. ^ SHIRLEY BASSEY - NEVER, NEVER, NEVER, su offiziellecharts.de.
  20. ^ GoSet - Australian Singles Chart 10 August 1973, su poparchives.com.au.
  21. ^ Billboard June 16, 1973, su books.google.it.
  22. ^ SHIRLEY BASSEY | CHART HISTORY - Hot 100, su billboard.com.
  23. ^ SHIRLEY BASSEY | CHART HISTORY - Adult Contemporary, su billboard.com.
  24. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never «Grande, Grande, Grande», su Discogs. URL consultato il 25 maggio 2019.
  25. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never / Day By Day, su Discogs. URL consultato il 25 maggio 2019.
  26. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never, su Discogs. URL consultato il 25 maggio 2019.
  27. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never, su Discogs. URL consultato il 25 maggio 2019.
  28. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  29. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never / Day By Day, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  30. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never / Day By Day, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  31. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  32. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  33. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never / Day By Day, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  34. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande), su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  35. ^ Shirley Bassey - Grande, Grande, Grande, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  36. ^ Shirley Bassey - Never, Never, Never (Grande, Grande, Grande) / Day By Day, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  37. ^ Celine Dion* • Luciano Pavarotti - I Hate You Then I Love You, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  38. ^ glennSuperdude, Luciano Pavarotti & Celine Dion - I Hate You Then I Love You, 25 dicembre 2012. URL consultato il 26 maggio 2019.
  39. ^ Pavarotti & Friends - Pavarotti & Friends For The Children Of Liberia, su Discogs. URL consultato il 26 maggio 2019.
  40. ^ Mi3o Channel, Celine Dion - I Hate You Then I Love You (with Luciano Pavarotti) 1997, 18 ottobre 2012. URL consultato il 26 maggio 2019.
  41. ^ Jonathan Bernstein, Celine Dion: Is She Cool? Someday, Maybe, but Not Now, su observer.com, 12/08/97.
  42. ^ Mireille Mathieu - Folle, Folle, Follement Heureuse, su Discogs. URL consultato il 27 maggio 2019.
  43. ^ Mireille Mathieu - Le Vent De La Nuit, su Discogs. URL consultato il 27 maggio 2019.
  44. ^ Mouskouri* - Nana Latina, su Discogs. URL consultato il 27 maggio 2019.
  45. ^ Dana Winner - Unforgettable, su Discogs. URL consultato il 27 maggio 2019.
  46. ^ Vikki Carr - Vikki Carr En Español: Los Exitos De Hoy Y De Siempre (The Hits Of Today And Always), su Discogs. URL consultato il 28 maggio 2019.
  47. ^ John Holt - 1000 Volts Of Holt, su Discogs. URL consultato il 28 maggio 2019.
  48. ^ Orietta Berti - Incompatibili Ma Indivisibili, su Discogs. URL consultato il 28 maggio 2019.
  49. ^ Pimpinela - Al Modo Nuestro, su Discogs. URL consultato il 28 maggio 2019.
  50. ^ David McAlmont - Set One - You Go To My Head, su Discogs. URL consultato il 28 maggio 2019.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica