Gwen Verdon

attrice statunitense

Gwyneth Evelyn “Gwen” Verdon (Culver City, 12 gennaio 1925Woodstock, 18 ottobre 2000) è stata un'attrice, cantante e ballerina statunitense, attiva in campo teatrale, televisivo e cinematografico.

Gwyneth Evelyn “Gwen” Verdon

BiografiaModifica

Gwen Verdon è nota per le sue interpretazioni in numerosi musical a Broadway, che le hanno valso sei candidature al Tony Award e quattro vittorie, tra cui: Show Boat (1949), Can-Can (1954), Damn Yankees (1956), New Girl in Town (1958), Redhead (1959), Sweet Charity (1966) e Chicago (1976).[1][2]

È stata molto attiva anche in campo cinematografico ed è nota per film quali Damn Yankees! (1958), Alice (1990) e La stanza di Marvin (1996), per cui è stata candidata al Screen Actors Guild Award per la migliore attrice non protagonista.[3]

In ambito televisivo è apparsa in M*A*S*H, Walker Texas Ranger e Il tocco di un angelo.

Gwen Verdon è stata sposata due volte: la prima nel 1942 con James Henaghan (da cui divorziò nel 1947) e la seconda con il coreografo Bob Fosse (dal 1960 fino alla morte di lui, avvenuta nel 1987).[4][5] Dal secondo matrimonio ha avuto una figlia, Nicole Fosse.[6]

Filmografia parzialeModifica

Teatrografia parzialeModifica

  • The Red Mill, Los Angeles Civic Light Opera (1940)
  • Show Boat, Los Angeles Civic Light Opera (1940)
  • Bonanza Bound, Shubert Theatre di Filadelfia (1947)
  • Alive and Kicking, Winter Garden Theatre di Broadway (1950)
  • Can-Can, Shubert Theatre di Broadway (1953)
  • Damn Yankees, 46th Street Theatre di Broadway (1956)
  • The New Girl in Town, 46th Street Theatre di Broadway (1957)
  • Redhead, 46th Street Theatre di Broadway (1959)
  • Redhead, tour statunitense (1960)
  • Sweet Charity, Palace Theatre di Broadway (1966)
  • Chicago, 46th Street Theatre di Broadway (1975-1977)
  • Chicago, tour statunitense (1978)

RiconoscimentiModifica

Doppiatrici italianeModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Separated but Still Mated Professionally, Gwen Verdon Hoofs Again for Her Ex, su PEOPLE.com. URL consultato il 29 aprile 2021.
  2. ^ (EN) Robert Berkvist, Gwen Verdon, Redhead Who High-Kicked Her Way to Stardom, Dies at 75, in The New York Times, 19 ottobre 2000. URL consultato il 29 aprile 2021.
  3. ^ (EN) Robert Simonson, Broadway Musical Legend Gwen Verdon Is Dead at 75, su Playbill, Wed Oct 18 02:00:00 EDT 2000. URL consultato il 29 aprile 2021.
  4. ^ (EN) Julie Miller, How Fosse/Verdon Uncovered the Sad Secret of Gwen Verdon’s First Marriage, su Vanity Fair. URL consultato il 29 aprile 2021.
  5. ^ (EN) Irvin Molotsky e Special To the New York Times, BOB FOSSE, DIRECTOR AND CHOREOGRAPHER, DIES, in The New York Times, 24 settembre 1987. URL consultato il 29 aprile 2021.
  6. ^ (EN) Lila Thulin, How Broadway Legends Bob Fosse and Gwen Verdon Made Headlines Long Before ‘Fosse/Verdon’, su Smithsonian Magazine. URL consultato il 29 aprile 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37105993 · ISNI (EN0000 0000 5517 2943 · Europeana agent/base/147063 · LCCN (ENn84007730 · GND (DE134823710 · BNF (FRcb13938014c (data) · BNE (ESXX5247138 (data) · CERL cnp02038294 · WorldCat Identities (ENlccn-n84007730