Gymnocalycium

genere di cactus
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gymnocalycium
Gymnocalcium baldianium.jpg
Gymnocalycium baldianum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Cactaceae
Sottofamiglia Cactoideae
Tribù Trichocereeae
Genere Gymnocalycium
Pfeiff. ex Mittler
Specie
  • Vedi testo

Gymnocalycium Pfeiff. ex Mittler è un genere di piante succulente della famiglia delle Cactacee, originario del Sudamerica.

Il nome deriva dal greco "ghymnòs" (nudo) e "càlyx" (calice) in riferimento ai boccioli che spuntano senza protezione.

DescrizioneModifica

Questi cactus sono generalmente di forma globulare e con fusto solitario: solo alcune specie emettono polloni basali. Non particolarmente spinose, alcune specie hanno costolature appiattite con piccoli rilievi sotto le areole, mentre altre hanno costolature gibbose.
I fiori sono molto vistosi, grandi e di tonalità delicate.

TassonomiaModifica

 
Gymnocalycium baldianum
 
Gymnocalycium denudatum
 
Gymnocalycium eurypleurum
 
Gymnocalycium horstii
 
Gymnocalycium mihanovichii
 
Gymnocalycium platense
 
Gymnocalycium ragonesei

Il genere comprende le seguenti specie:[1]

ColtivazioneModifica

Come tutte le piante succulente questo genere necessita di un ottimo drenaggio, il terriccio necessario per la coltivazione dovrà essere composto da terra concimata, da sabbia e da una parte di ghiaia grossolana. Richiede molta luminosità ma non sopporta bene l'esposizione in pieno sole (scottature)[2].

Le annaffiature dovranno essere regolari nella fase vegetativa, mentre andranno completamente sospese nel periodo invernale, quando non dovranno essere esposte ad una temperatura inferiore ai 5-7 °C

RiproduzioneModifica

La riproduzione avviene:

  • per seme: depositando i semi (in primavera) in un letto di terra e sabbia molto fini mantenendo umidità, ombra e temperatura costante intorno ai 21 °C;
  • per pollone: (nelle specie che ne emettono), staccando i polloni dalla base della pianta e mettendoli a radicare in sabbia pura appena umida;
  • per innesto.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Gymnocalycium, in The Plant List. URL consultato il 17 febbraio 2017.
  2. ^ Gymnocalycium: Consigli, Coltivazione e Cura, in L'eden di Fiori e Piante, 9 aprile 2018. URL consultato il 9 aprile 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica