Gypsy punk

Gypsy punk
Origini stilistiche Punk rock
Musica gitana
Folk punk
Post-punk
Klezmer
World music
Origini culturali Europa orientale
Balcani
Strumenti tipici Chitarra
Basso
Batteria
Violino
Tromba
Fisarmonica
Tin whistle
Mandolino
talvolta Pianoforte
Popolarità Buona in America settentrionale e in Europa (specialmente l'est europeo)
Generi correlati
Folk punk · Celtic punk · Anti-folk
Categorie correlate

Gruppi musicali gypsy punk · Musicisti gypsy punk · Album gypsy punk · EP gypsy punk · Singoli gypsy punk · Album video gypsy punk

Il gypsy punk (noto anche come immigrant punk[1]) è un sottogenere del punk rock che fonde le sonorità "gypsy" (zingare), nate e sviluppatesi nell'Europa dell'est nel XVIII secolo, con quelle del punk rock.

Il genere Gypsy punk prende il nome da Gypsy Punks, un album del 2005 dei Gogol Bordello, qui in concerto nel 2006.

Le gypsy punk band spesso combinano i ritmi e le strumentazioni tipiche del rock, con strumenti tipici delle culture dell'est Europa come batteria, tamburellofisarmonica, violino, tromba e sassofono[1][2]. Nonostante il termine gypsy si riferisca all'Est slavo, parecchi gruppi provengono da altri paesi, spesso con influenze dalla musica popolare russa e ebraica e world music[1].

Spesso questo genere può essere cantato in diverse lingue[3]. Uno dei primi gruppi rock a incorporare elementi di musica punk e zigana furono i Motherhead Bug, attivo principalmente nei primi anni '90. I principali esponenti del genere sono i Gogol Bordello, che per primi hanno iniziato ad utilizzare il termine gypsy punk in riferimento al proprio stile musicale.[4][5] Sebbene questo complesso non sia stato l'iniziatore della corrente[1], è certamente quello di maggior successo commerciale ed esposizione mediatica[1].

StoriaModifica

L'origine del termine Gypsy Punk può essere discutibile, ma si concorda sul fatto che la cultura rom sia il modo in cui è iniziata. I romanì, che sono sparsi in tutto il mondo, hanno influenzato l'industria della musica nell'ovest attraverso gruppi come i Gogol Bordello. La strumentazione est-europea e tradizionale e i testi multilingue sono entrambe caratteristiche comuni della musica romanì. Nel caso dei Gogol Bordello, il ritmo ottimista e il "canto urlato alla punk" [6] insieme a queste caratteristiche comuni zigane creano un esempio concreto di ciò che è noto come Gypsy punk. "La parola "gypsy" affiancata al termine "punk" ha implicazioni interessanti in quanto il punk racchiude in sé un particolare modo di ribellione, anarchia e resistenza in un contesto occidentale" [7] che è bene notare dal momento che al tempo Gogol Bordello e altre band stavano introducendo questo genere, "il movimento punk è stato identificato nella cultura di massa con l'affermazione definitiva dell'annientamento delle norme musicali e sociali, respingendo collettivamente le regole del passato a causa del presente e futuro cupo e ipocrita che hanno fornito". Questo per dire che i rom che si sono stabiliti in Occidente hanno preso elementi dalla "musica Rom in uno stile che è in debito con il punk occidentale" [8] Poiché il Gypsy punk è una miscela di musica tradizionale e musica popolare nella cultura occidentale, i rom stanno colonizzando e apparentemente si stanno insediando in una loro libera identità. La musica stessa "è considerata un movimento post-coloniale".

FilosofiaModifica

Sin dalle loro migrazioni dalla loro patria originaria in India, i rom sono stati così diffusi che "mancano di una patria". Il Gypsy punk non è solo pieno di cultura rom, ma anche della sua mancanza. Per i rom, la musica è stata identificata come una "forma primaria di espressione culturale" [8] I rom, attraverso i loro legami con l'influenza punk occidentale, hanno creato musica che consente a coloro che suonano di esprimersi e forgiare un'identità.

Il Gypsy punk non è solo utilizzato ed eseguito da persone di cultura rom. Il punk incapsula "ribellione, anarchia e resistenza". Questi pensieri vengono poi trasferiti al genere ibrido di "Gypsy Punk". Ciò indica che le esibizioni di zingari e la musica stessa promuovono la libertà di coloro che partecipano al genere. È una versione romantica delle vite di una vera “gitana”. Invece di essere "russi", "ebrei", "est-europei", ecc. Possono "articolare le loro identità, unendosi allo spettacolo di essere uno zingaro selvaggio e errante". Facendo sembrare l'attuale cultura gitana qualcosa che non lo è, “non considera l'autenticità della rappresentazione rom ma piuttosto replica una versione idealizzata e immaginata di cosa significhi essere uno gitano. [7]

Band Gypsy punkModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e (EN) The Subgenres of Punk Rock - Gypsy Punk, Punkmusic.about.com. URL consultato il 16 gennaio 2010.
  2. ^ (EN) The Rise of Gypsy Punkers, Nytimes.com. URL consultato il 7 gennaio 2010.
  3. ^ Gogol Bordello - GYPSY PUNKS, Rockol.it. URL consultato il 7 gennaio 2010.
  4. ^ (EN) Gogol a Go-Go Intervista ai Gogol Bordello, Villagevoice.com. URL consultato il 7 gennaio 2010.
  5. ^ [1] Archiviato il 31 dicembre 2005 in Internet Archive.
  6. ^ Hajdu, David. “TRIUMPH OF THE GYPSIES.” New Republic 241, no. 7 (May 13, 2010): 27–30.
  7. ^ a b Jablonsky, Rebecca. “Russian Jews and ‘Gypsy Punks’: The Performance of Real and Imagined Cultural Identities Within a Transnational Migrant Group.” Journal of Popular Music Studies 24, no. 1 (2012): 3–24.
  8. ^ a b Alan Ashton-Smith, Colonized Culture: The Emergence of a Romani Postcolonialism (PDF), in Journal of Post-Colonial Cultures and Socieites, vol. 1, April 2010, p. 73. URL consultato il 13 agosto 2015.
  9. ^ Buffos Wake, Buffos Wake. URL consultato il 15 settembre 2019.
  10. ^ rockgitano.com, rockgitano.com. URL consultato il 15 settembre 2019.
  11. ^ Site Officiel OUTRAGE, Outrage.free.fr. URL consultato il 15 settembre 2019.

Voci correlateModifica

  Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk