Apri il menu principale

Hartwig di Bressanone (990 circa – Bressanone, 31 gennaio 1039) è stato un vescovo tedesco.

Hartwig di Bressanone
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Bressanone
 
Nato990 circa
Deceduto31 gennaio 1039, Bressanone
 

È stato vescovo di Bressanone dal 1022 al 1039. La sua origine non può essere chiaramente accertata. Suo padre era il conte Engelberto III di Chiemgau. Sua madre potrebbe essere stata Adala di Baviera, figlia del conte palatino Hartwig I di Baviera, o Adala, figlia del conte Meginhard di Mangfall. Veniva dalla prestigiosa e potente bavarese nobile famiglia Hardinger.

Indice

Vita e attivitàModifica

Da un documento di Salisburgo, scritto intorno al 1000, si può leggere che Hartwig in questo periodo fu canonico del capitolo della cattedrale di un suo prozio, l'arcivescovo Hartwig di Salisburgo. Non si sa quando e come si è giunti alla sua nomina episcopale. Tuttavia, è molto probabile che il suo prozio Hartwig o il fratellastro arcivescovo Aribo di Magonza abbiano influenzato questa carriera.

Hartwig fu nominato dall'imperatore Corrado II. Nel 1028 Hartwig presenziò ad Aquisgrana all'incoronazione di Enrico III. Nel corso del tempo vennero fatte donazioni significative per Bressanone, avendo un rapporto di fiducia col re.

Sotto il vescovo Hartwig furono completate le mura della città, la cui costruzione iniziò il suo predecessore. La chiesa parrocchiale romanica di San Michele in Bressanone venne da lui consacrata nel 1038.

Durante il suo mandato, Bressanone fu elevata al rango di città.[1] Con la donazione da parte di Corrado II e il completamento delle mura della città, Bressanone divenne la capitale del territorio ecclesiastico.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN175325597 · GND (DE1015458416 · CERL cnp01454052