Guelfo II di Altdorf

nobile tedesco

Guelfo II di Altdorf (960/970 – Weingarten, 10 marzo 1030) è stato un nobile tedesco, conte svevo e membro del ramo svevo della dinastia dei vecchi Welfen.

Guelfo II di Altdorf

OriginiModifica

Guelfo era il figlio più giovane di Rodolfo II, conte di Altdorf e Ida, figlia del duca di Svevia Corrado I.

BiografiaModifica

Per la sua unione Guelfo ebbe il favore di Enrico II del Sacro Romano Impero, ma egli si oppose all'elezione Corrado II del Sacro Romano Impero nel 1024, che considerava contraria agli interessi della sua famiglia. Egli ribellò con il suo parente Ernesto II di Svevia, ma dovette alla fine sottomettersi.[1]

All'inizio del decennio del 1020, Guelfo prima entrò in conflitto con il vescovo di Strasburgo Guarniero/Werner I d'Asburgo. Nel 1026 fu coinvolto in una guerra contro le diocesi di Augusta e Frisinga. Egli saccheggiò il tesoro del vescovo Bruno di Augusta, fratello minore di Enrico II, (1006-1029) e saccheggiando anche la città di Augusta.[2] Accusato di alto tradimento a Ulma dall'imperatore, perse le sue terre nel 1027 e venne esiliato. Ottenne il perdono di Corrado con la restituzione dell'eredità paterna. Fu sepolto in Altdorf.

DiscendenzaModifica

Guelfo II sposò Imiza di Lussemburgo, figlia del conte Federico di Lussemburgo[3] ed ebbero due figli:

NoteModifica

  1. ^ Reuter, Germany, p. 203.
  2. ^ Reuter, Germany, p. 204.
  3. ^ Zotz, 'Welf II,' col. 2143

BibliografiaModifica

  • (EN) Timothy Reuter. Germany in the Early Middle Ages 800–1056. New York: Longman, 1991.
  • (DE) B. Schneidmüller: Die Welfen. Herrschaft und Erinnerung (819–1252). (Stuttgart, 2000), p.|119–123.
  • (DE) T. Zotz, 'Welf II.,' in: Lexikon des Mittelalters (LexMA), Volume 8 (Munich, 1997), cols. 2143–2144.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

(DE) Welf II.

Controllo di autoritàVIAF (EN86015609 · GND (DE137839677 · CERL cnp01171085