Apri il menu principale
Harzburgite
Rock schema.jpg
CategoriaRoccia magmatica
Sottocategoriaroccia intrusiva
Minerali principaliolivina, clinopirosseno (enstatite)
Minerali accessoriflogopite, granato, spinello cromifero
Tessituraolocristallina faneritica
Sezioni sottili di harzburgite
I minerali principali sono olivina (incolore a nicol paralleli), pirosseno (in basso a ds con sfaldature incrociate a nicol paralleli) e flogopite (bruno pallido a nicol paralleli)

La Harzburgite è una roccia ignea ultramafica; è una varietà di peridotite composta da olivina e pirosseni a basso tenore di calcio (enstatite) e deriva il suo nome dalle montagne di Harz in Germania.[1] Contiene comunemente, dello spinello cromifero come minerale accessorio. La varietà di harzburgite granatifera è molto meno comune e si ritrova solo come xenolite nelle kimberliti.

Le Harzburgiti si formano con la fusione parziale della peridotite ricca di pirosseni, detta lherzolite. Il magma prodotto dalla fusione parziale delle harzburgiti può effondere (tipicamente lungo le dorsali oceaniche) sotto forma di basalto. Se il processo di fusione continua, tutto il pirosseno presente passa nella fase fluida lasciando una roccia madre peridotitica, priva di pirosseni, detta dunite. L'harzburgite può formarsi anche con l'accumulo di olivina e pirosseno ipocalcico in grandi camere magmatiche in profondità nella crosta oceanica.

Indice

Composizione chimica e normaModifica

Media di 206 analisi[2]
% in peso
SiO2 43,73
TiO2 0,28
Al2O3 2,57
Fe2O3 6,00
FeO 7,09
MnO 0,16
MgO 36,34
CaO 3,18
Na2O 0,34
K2O 0,15
P2O5 0,14
Minerali normativi[2]
% in peso
Ortoclasio 0,83
Albite 2,50
Anortite 4,17
Diopside 6,93
Iperstene 21,13
Olivina 46,22
Magnetite 7,94
Ilmenite 0,50
Apatite 0,30
 
Classificazione delle rocce ignee ultramafiche in base al loro contenuto di olivina e pirosseni[3]

DiffusioneModifica

L'harzburgite è la peridotite più comune nelle ofioliti, che si ritiene siano parti di crosta oceanica sovrimposta al continente in seguito alla collisione con la crosta continentale. Può essere trovata anche in associazione ai massicci peridotidici alpini, composti principalmente da lherzolite che rappresentano il mantello subcontinentale esposto dal processo orogenetico.

L'harzburgite granatifera si trova solo come xenolite.

NoteModifica

  1. ^ Alex Strekeisen, Harzburgite, su alexstrekeisen.it. URL consultato il marzo 2013.
  2. ^ a b Myron G. Best, Igneous and metamorphic petrology, 2nd edition - Blackwell, 2003 pag. 21
  3. ^ R.R. Compton,Geology in the field, John Wiley & Sons, New York, 1985 ,pagina 68, isbn 0471843245.

Altri progettiModifica