Hervé Le Tellier

scrittore, poeta e linguista francese

Hervé Le Tellier (Parigi, 21 aprile 1957) è uno scrittore, poeta e linguista francese, membro dell'OuLiPo, le cui opere sono basate sull'utilizzo di limitazioni formali, letterarie o matematiche.

Hervé Le Tellier

Nato a Parigi, Le Tellier ha iniziato la sua carriera come giornalista scientifico, e si è unito Oulipo nel 1992. Come autore, è venuto all'attenzione generale nel 1998, con la pubblicazione in Francia del suo libro ‘'Les amnésiques n'ont rien vécu d'inoubliable'’, una raccolta di mille frasi molto brevi tutte inizia con ‘'Je pense que'’ (credo che). Il suo romanzo piuttosto complesso ‘'Le voleur de nostalgie'’ è un omaggio allo scrittore italiano Italo Calvino. Egli è anche uno dei Papous dans la tête, su la stazione radio francese culturale France Culture.

È anche l'autore di un biglietto quotidiano nel giornale ‘'Le Monde'’, su internet. Hervé Le Tellier è anche uno dei fondatori dell'"associazione degli Amici di Jean-Baptiste Botul" (Association des Amis de Jean-Baptiste Botul, o A2JB2), presentata come ente che curerebbe la raccolta e la pubblicazione degli scritti di Botul[1][2].

Nel 2020 è stato insignito del Premio Goncourt per il romanzo L'Anomalie[3].

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ Sito dell'"associazione Archiviato il 15 maggio 2012 in Internet Archive. "Amici di Jean-Baptiste Botul".
  2. ^ Vecchio sito dell'"associazione Archiviato il 19 gennaio 2012 in Internet Archive., oggi "Les Archives Botul".
  3. ^ Francia, Hervé Le Tellier vince il premio Goncourt con "L'anomalia", su repubblica.it, 30 novembre 2020. URL consultato il 2 dicembre 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN115518072 · ISNI (EN0000 0001 2284 3197 · LCCN (ENn93120342 · GND (DE139659781 · BNF (FRcb121923254 (data) · BNE (ESXX5038075 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n93120342