Apri il menu principale

Honeybird & the Birdies

gruppo musicale italiano
Honeybird & the Birdies
Paese d'origineItalia Italia
GenereIndie rock
Musica psichedelica
Folk rock
World music
Periodo di attività musicale2007 – 2014
EtichettaTrovarobato, Duckhead Green Music
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

Gli Honeybird & the Birdies sono stati un gruppo musicale indie folk italiano formatosi a Roma nel 2007.

Storia del gruppoModifica

Il gruppo si forma nel 2007 ed unisce diversi generi musicali: partendo da una matrice di world music, propone una miscela di sonorità brasiliane, indie rock, psichedelia tropicale e punk.[1] Come strumenti musicali utilizzano principalmente charango, batteria e basso, oltre che berimbau, ukulele e organetti vari; inoltre spesso affiancano alla musica coreografie e testi di diverse lingue e dialetti (catanese, inglese, tedesco).[2] Nel corso della loro carriera, soprattutto durante gli esordi, hanno condiviso il palco con numerosi esponenti della scena musicale internazionale come Akron/Family, Fatoumata Diawara, Yuck, Jeffrey Lewis Band, Vadoinmessico, Esben and the Witch, Calibro 35, The R's, Paolo Benvegnù, Frankie hi-nrg mc e Bei the Fish.

Nel 2010 pubblicano l'album di debutto Mixing Berries, distribuito dalla Duckhead Green Music. Il brano Don't Trust the Butcher è stato inserito nella colonna sonora del film La passione di Carlo Mazzacurati. Nello stesso anno il gruppo vince il premio Mai Dire Mai,[3] mentre nel 2011 il gruppo intensifica la propria attività dal vivo aggiudicandosi diversi premi, come il Best Italia Wave Band 2011 e L'Ypsigrock: Avanti il prossimo, oltre anche a classificarsi al terzo posto al Voci della Periferia.

Il 24 ottobre 2012 è stato pubblicato per Trovarobato il secondo album You Should Reproduce, prodotto da Enrico Gabrielli, missato da Tommaso Colliva e registrato da Francesca Baccolini e Rocco Marchi presso l'Obst und Gemüse Studio di Cerro Veronese. Per realizzare questo disco, il gruppo ha raccolto oltre 7.000 dollari (quota per la prima volta superata in Italia) tramite il portale di crowdfunding Kickstarter, coproducendo di fatto il disco con 150 utenti.[1]

Nel 2013 si sono esibiti in Europa, prendendo parte ad importanti manifestazioni come l'Eurosonic (Paesi Bassi) e il Cherchez La Femme (Slovacchia) in aprile e il concerto del Primo Maggio (Italia) e il Primavera Sound Festival (Spagna) nel mese di maggio.[4]

FormazioneModifica

AttualeModifica

Componenti occasionaliModifica

Ex componentiModifica

  • Gino Guain – basso elettrico

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

Extended playModifica

RemixModifica

  • 2013 – To the Earth's Core (Baobab Extended) - SKILLACI
  • 2013 – To the Earth's Core (Bonsai Radio) - SKILLACI

VideografiaModifica

Video musicaliModifica

Anno Titolo Regista/i
2012 To the Earth's Core Jonathan Santoro
2013 East Village Francesco Lettieri
Perejil Ilaria Magliocchetti Lombi & Lorenzo Muto

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock