Apri il menu principale

I Knew It Was You

documentario del 2009 diretto da Richard Shepard
I Knew It Was You
Titolo originaleI Knew It Was You: Rediscovering John Cazale
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2009
Durata39 min
Generedocumentario
RegiaRichard Shepard
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I Knew It Was You (I Knew It Was You: Rediscovering John Cazale) è un film-documentario del 2009 diretto da Richard Shepard, che a trent'anni dalla scomparsa ricorda l'attore John Cazale.

Il titolo del documentario a lui dedicato riprende una famosa scena de Il Padrino II in cui Al Pacino dice a Cazale "So che fosti tu".

In Italia, il documentario è andato in onda il 2 aprile 2010, sul canale Mediaset, Studio Universal, con il titolo I Knew It Was You. Il 12 agosto 2015, in occasione degli 80 anni dalla nascita, il documentario è andato in onda su Sky Arte, con il titolo John Cazale - Il padrino mancato.

TramaModifica

John Cazale vanta una carriera unica: ha partecipato a soli 5 film, tutti candidati al premio Oscar come miglior film, tutti diretti da grandissimi registi e tutti capolavori passati alla storia del cinema: Il Padrino (1972), Il Padrino II (1974) e La conversazione tutti di Francis Ford Coppola; Quel pomeriggio di un giorno da cani (1975) di Sidney Lumet e Il Cacciatore (1978) di Michael Cimino.

È stato un amico di Al Pacino e inoltre fidanzato con Meryl Streep per 7 anni, praticamente fino a quando lei divenne celebre con l'esordio ne "Il cacciatore", subito dopo aver partecipato a questo film John Cazale morì di cancro. Si sapeva da prima che era malato e per questo , quando ne vennero a conoscenza, i produttori tentarono di imporre a Michael Cimino il suo licenziamento. Questi -che lo aveva voluto nel cast pur sapendolo già- rifiutò nettamente, minacciando di lasciare lui stesso il film in caso di forzature. I finanziatori imposero allora cinicamente di scrivere una sceneggiatura alternativa che giustificasse la morte del personaggio nel caso la malattia avesse il sopravvento nella realtà durante lo svolgimento delle riprese.

A dispetto della particolare fragilità, instabilità e inaffidabilità di ogni suo personaggio, John Cazale uomo viene descritto da Cimino ed altri come "una persona fantastica" e "un uomo dolcissimo".

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema