Apri il menu principale

I tuoi maledettissimi impegni

I tuoi maledettissimi impegni
Max Gazzè I tuoi maledettissimi impegni.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
ArtistaMax Gazzè
Tipo albumSingolo
Pubblicazione7 giugno 2013
Durata4:43
Album di provenienzaSotto casa
GenerePop
EtichettaVirgin Music
Registrazione2013
Formatidownload digitale
Max Gazzè - cronologia
Singolo precedente
(2013)
Singolo successivo
(2013)

I tuoi maledettissimi impegni è un brano musicale di Max Gazzè, secondo singolo estratto dal suo ottavo album, Sotto casa.[1]

Il branoModifica

Il brano entra in rotazione radiofonica il 7 giugno 2013 ma è stato presentato per la prima volta nella prima serata del Festival di Sanremo 2013 il 12 febbraio 2013.[2]

Parla in chiave ironica dell'alienazione dell'uomo moderno, dell'impossibilità di vivere il rapporto di coppia a causa dei propri impegni.

Il videoModifica

Nel videoclip girato a Fisciano nella Biblioteca del polo scientifico e tecnologico dell'Università di Salerno, che presenta numerosi richiami a quello di Another Brick in the Wall dei Pink Floyd, Max Gazzè veste i panni di un moderno cappellaio matto.

 
Max Gazzè al campus di Fisciano durante le riprese del video

La regia è di Duccio Forzano e vede la partecipazione di Roberta Mastromichele.

È stato pubblicato il 7 luglio 2013 sul canale VEVO del cantante.[3]

Successo commercialeModifica

Il singolo ottiene un buon successo commerciale, diventando uno dei brani più trasmessi dalle radio italiane nel corso dell'estate e posizionandosi ottantatreesimo nella classifica radiofonica di fine 2013.[4]

ClassificheModifica

Classifica (2013) Posizione
massima
Italia 10[5]

NoteModifica

  1. ^ Max Gazzè | I Tuoi maledettissimi impegni video ufficiale e testo
  2. ^ Max Gazzé: "I tuoi maledettissimi impegni" è in radio - Panorama, su cultura.panorama.it. URL consultato il 19 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 18 settembre 2013).
  3. ^ VEVO: Max Gazzè - I tuoi maledettissimi impegni, su youtube.com. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  4. ^ AIRPLAY TOP 100 OF THE YEAR 2013, su earone.it. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  5. ^ Copia archiviata (TXT), su italianissima.net. URL consultato il 30 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2013).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica