Idols South Africa

serie televisiva
Idols South Africa
PaeseSudafrica
Anno2002 – in produzione
Generetalent show
Edizioni17
Lingua originaleinglese, afrikaans
Crediti
ConduttoreCandy Litchfield (2002)
Sami Sabiti (2002)
Matt Stewardson (2002)
Letoya Makhene (2003)
Colin Moss (2003–07)
Liezl van der Westhuizen (2009–10)
ProVerb (2010–2020)
Sean Else (edizione in afrikaans)
Produttore esecutivoProVerb, Nick Warren
Casa di produzioneMultiChoice, Fremantle, 19 Entertainment
Rete televisivaM-Net, kykNET, Mzansi Magic

Idols South Africa è un talent show sudafricano che consiste in una competizione canora fra concorrenti scelti per mezzo di audizioni e selezioni effettuate da giudici e, nelle fasi finali, dal pubblico, tramite televoto. Si tratta della versione locale del franchise britannico Pop Idol.

Di Idols South Africa sono state realizzate diciassette edizioni, di cui sedici in lingua inglese e una in lingua afrikaans, andata in onda nel 2006 come Afrikaanse Idols.

VincitoriModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Row over South African Pop Idol, su news.bbc.co.uk, BBC News. URL consultato il 22 aprile 2020.
  2. ^ (EN) And the winner of Idols is..., su iol.co.za. URL consultato il 22 aprile 2020.
  3. ^ (EN) Christelle De Jager, S. Africa worships 'Idol', su variety.com, Variety. URL consultato il 22 aprile 2020.
  4. ^ (EN) Bloemfontein's Dewald Louw Wins Afrikaans Idols, su tvsa.co.za, TVSA. URL consultato il 22 aprile 2020.
  5. ^ (EN) Thembelihle Tshabalala, Young pop idol vows to finish matric, su mg.co.za. URL consultato il 22 aprile 2020.
  6. ^ (EN) Sasha Lee and Jason both win Idols, su channel24.co.za, News24. URL consultato il 22 aprile 2020.
  7. ^ (EN) David Smith, South Africa's Pop Idol narrowly misses out on first black winner, su theguardian.com, The Guardian. URL consultato il 22 aprile 2020.
  8. ^ (EN) Patience Bambalele, Dave van Vuuren is the 2011 Idols winner, su sowetanlive.co.za. URL consultato il 22 aprile 2020.
  9. ^ (EN) David Smith, Idols South Africa crowns first black winner, su theguardian.com, The Guardian. URL consultato il 22 aprile 2020.
  10. ^ (EN) South Africa: Musa Wins Idols!, su allafrica.com. URL consultato il 22 aprile 2020.
  11. ^ (EN) Lauren Rawlins, From streetkid to reigning Idols champ, su iol.co.za. URL consultato il 22 aprile 2020.
  12. ^ (EN) Thinus Ferreira, This is how Karabo won Idols SA, su m.channel24.co.za, News24. URL consultato il 22 aprile 2020.
  13. ^ (EN) Noma Khumalo left 'confused' after winning Idols SA, su timeslive.co.za. URL consultato il 22 aprile 2020.
  14. ^ (EN) Paxton Fielies wins Idols SA 2017, su iol.co.za. URL consultato il 22 aprile 2020.
  15. ^ (EN) Shimoney Regter, Yanga Sobetwa crowned 'Idols SA' season 14 winner, su ewn.co.za. URL consultato il 22 aprile 2020.
  16. ^ (EN) Emmanuel Tjiya, Luyolo Yiba breaks male drought in Idols SA, su sowetanlive.co.za. URL consultato il 22 aprile 2020.
  17. ^ (EN) Leandra Engelbrecht, Idols SA winner Zama Khumalo: 'This is the biggest achievement of my life', su news24.com, News24. URL consultato il 2 agosto 2021.

Collegamenti esterniModifica