Apri il menu principale

Ierace (governatore romano)

governatore romano della Panfilia

Ierace (latino: Hierax; floruit 404; Alessandria d'Egitto, ...[1][2] – ...) è stato un governatore romano della Pamfilia.

All'interno della corte dell'imperatore Arcadio, faceva parte della fazione che sosteneva il comes sacrarum largitionum Giovanni;[3] Ierace assassinò Fravitta, un generale che si opponeva a Giovanni.[2][3][4]

Come ricompensa, fu probabilmente fatto governatore della Pamfilia; lo storico Eunapio afferma che saccheggiò la provincia più pesantemente dei briganti isaurici.[2] Per tali vessazioni, fu arrestato dal vicarius Asia Erenniano, il quale lo multò di 4000 pezzi d'oro;[2][4] pare che Erenniano volesse punirlo in tal modo per la morte di Fravitta.[4]

Eunapio lo descrive come avido, licenzioso e insolente, e di averlo rimproverato aspramente quando si incontrarono.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b Eunapio, frammento 83.
  2. ^ a b c d Eunapio, frammento 86.
  3. ^ a b Eunapio, frammento 85.
  4. ^ a b c Eunapio, frammento 87.

BibliografiaModifica

  • Eunapio, Storia universale.
  • «Hierax 1» PLRE II, p. 556.
  • «Herennianus» PLRE II, p. 546.