Il Caffè (1953-1986)

(Reindirizzamento da Il Caffè (Roma))
Il Caffè (di Giambattista Vicari)
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
Periodicitàvaria
Genereletteratura
Formato27 x 34 (1953)
30 x 41 (1954)
21 x 30 (1954-1956)
17 x 25 (1957)
15 x 21(dal 1961 in poi)
Fondazione1953
Chiusura1986
Sedevia della Croce, 67 Roma
Sito webwww.ilcaffeletterario.it/
 

Il Caffè è stata una rivista mensile, poi bimestrale, "di attualità e cultura" fondata da Giambattista Vicari nel marzo 1953 con il nome Venerdì il Caffè, e diretta da Giorgio Capuano e Romeo G. Giardini (pseudonimo dello stesso Vicari), poi dal 1955 diretta ufficialmente da Vicari con il proprio nome, quando la rivista diventa Il Caffè politico e letterario (cambierà ancora nome nel 1965 diventando Il Caffè letterario e satirico e nel 1972 diventando Il Caffè di letteratura e attualità). Cessò le pubblicazioni nel 1977. Fu un importante laboratorio culturale, unico in Italia, dedicato alla letteratura satirica, eccentrica, grottesca.

StoriaModifica

Nata da un'idea di Giambattista Vicari (che allora collaborava come critico letterario alla "Settimana Incom"), conversando con Sergio Zavoli e Giorgio Prosperi al bar Rosati di Roma, è stata una rivista centrale (basta leggere l'elenco dei collaboratori) degli anni cinquanta-settanta del XX secolo. Nata in risposta al Neorealismo, di stampo dissacrante e non serioso, antiaccademica e libera, a tratti goliardica, è stata modello di diverse riviste successive e sede di molti esperimenti di avanguardia letteraria.

Nei primi anni ebbe taglio giornalistico, ma dal 1956 divenne una raffinata rivista letteraria (con una nuova impostazione grafica), ricchissima di illustrazioni di Jean-Michel Folon, Mino Maccari, Adriano Zannino, Saul Steinberg, Jacques-Armand Cardon, Roland Topor, Domenico Colantoni.

Dopo la scomparsa di Vicari nel 1978, ci furono due serie (1980-1981 e 1985-1986) con il nome Il Caffè. Periodico di letteratura satirica, grottesca ed eccentrica, dirette da Carlo Contreras e Cesare Landrini (insieme con Gaetano Rizzo Nervo), ma non si riuscì a farla decollare. In tutto sono usciti 92 fascicoli fino al 1965, poi dopo l'interruzione del 1966 39 numeri fino al 1975, 3 nel 1977, 3 tra il 1980 e il 1981, e 2 tra il 1985 e il 1986[1].

L'archivio dedicato a Giambattista Vicari contiene anche tutti i documenti legati alla rivista (libri, carteggi, manoscritti), oltre alla catalogazione informatica della rivista e dei carteggi degli scrittori che vi hanno collaborato.

NoteModifica

  1. ^ Di questi 23 furono numeri doppi e 2 tripli, per cui i numeri furono 164.

BibliografiaModifica

  • Nello Ajello, Benvenuti al «Caffè» della fantasia, "La Repubblica", 24 settembre 1992
  • Paolo Albani, Le cerniere del colonnello. Antologia degli scritti dell'Istituto di Protesi Letteraria, Ponte alle Grazie, Firenze, 1991,
  • Anna Busetto Vicari, «Il Caffè» di Giambattista Vicari, "Cartevive", 2, 1996, pp. 22-27
  • Anna Busetto Vicari, "Il Contropremio", storia di una lettera di Giambattista Vicari ai redattori del caffè e ad altri amici scrittori, Rimini, Raffaelli editore, 2009
  • Paolo Di Stefano, Una ghigliottina per i politici, "Corriere della Sera", 11 settembre 1993
  • Umberto Eco, Quel misterioso Anonimo Ginevrino ero io. Ma non solo, "L'Espresso", 27 settembre 1992
  • Il Caffè. Lettere a Vicari, Roma, Teatro Argentina, 1993
  • Gian Carlo Ferretti, Cronache dal «Caffè», "L'Unità", 2 gennaio 1995
  • Gaio Fratini (a cura di), «Il Caffè» politico e letterario. Antologia (1953-1977), Bergamo, Lubrina, 1992
  • Paolo Mauri, Omaggio al «Caffè», “Nuovi Argomenti”, 2000
  • Cesare Milanese, Irresponsabile e irriverente il ribellismo del «Caffè» salvò l'autonomia letteraria, «Avanti!», 21 novembre 1992
  • Franco Palmieri, Dialoghi con Gibì, Milano, Edizioni Ares, 1978
  • Franco Palmieri, I satiri al «Caffè». Cronache di una rivista satirica in un'epoca tragica, Milano, Edizioni Ares, 1994
  • Giovanna Tommasello, «Caffè» di Giambattista Vicari, indice analitico, Roma, Bulzoni, 1996

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN5100148997646059870002 · WorldCat Identities (ENviaf-5100148997646059870002