Apri il menu principale

Il Cerchio (casa editrice)

casa editrice sammarinese
Il Cerchio Srl
StatoItalia Italia
Fondazione1980 a Rimini
Fondata daAdolfo Morganti
Sede principaleCorso d'Augusto 76 - 47921 Rimini
SettoreEditoria
Prodottilibri, CD-Rom, DVD
Sito web

Il Cerchio s.r.l. è una casa editrice specializzata nella pubblicazione di testi della tradizione spirituale, della saggistica fantasy e della cultura medievale. È nota anche per la pubblicazione di saggi di storia politica aventi per tema le identità popolari e lo sviluppo della cultura e della coscienza europee.

La storiaModifica

Sulla base dell'esperienza della Cooperativa culturale Il Cerchio, che nel 1978 per iniziativa di un gruppetto di giovani aveva creato l'omonima libreria, nel 1980 nasce la casa editrice Il Cerchio - Iniziative editoriali guidata dallo psicoterapeuta Adolfo Morganti. Quale testo d'esordio la neonata impresa editoriale pubblica il primo saggio italiano dedicato all'opera di Tolkien: l'Omaggio a J.R.R. Tolkien. Fantasia e tradizione, dello storico e antropologo romano Mario Polia.[1] La sua produzione, sempre molto specializzata, è andata progressivamente crescendo e oggi pubblica mediamente 25 titoli all'anno, per un totale di circa 500 titoli complessivi (dato aggiornato al febbraio 2019).

Modifica

Il catalogo della casa editrice è articolato in diverse collane, tra cui "Homo Absconditus" (dedicata alla spiritualità), "La bottega di Eraclito" (che pubblica testi filosofici e politologici), "Fantàsia" (saggi e opere di genere fantastico)[2], "Gli Archi" (storia e cultura storica). Tra gli autori de Il Cerchio figurano, tra gli altri, i nomi di Francesco Mario Agnoli, Maurizio Blondet, Franco Cardini[3], Gianfranco De Turris, Julius Evola, Gilberto Oneto, Giuseppe Sermonti, Marcello Veneziani, Vincenzo Di Michele, Goiseppe Cascarino. Particolare attenzione è stata riservata negli ultimi 20 anni nella traduzione e pubblicazione di "classici" della letteratura europea, dal Kalevala al Beowulf, dalla Morte di Re Artù al Dizionario dell'Omo Salvatico di Papini e Giuliotti. Del pari ha tradotto in lingua italiana tutte le grandi opere sulla Scherma storica italiana, dal Flos Duellatorum di Fiore dei Liberi, a Filippo Vadi, da Antonio Manciolino, a Francesco Altoni, a trattati anonimi rinascimentali sull'arte della spada. Particolare importanza hanno poi rivestito i "Cantieri culturali", dedicati alla riscoperta di autori dimenticati, come Carlo Alianello, Attilio Mordini e Giuseppe Tucci. Infine, Il Cerchio ha editato in italiano la monumentale Storia dell'Esercito Romano di Giuseppe Cascarino, in 5 volumi illustrati.

NoteModifica

  1. ^ Per evitare ambiguità, mentre il sito ufficiale della Casa editrice Il Cerchio afferma con sicurezza tale primato, sul sito specializzato Soronel, nell'articolo "Tolkien in Italia, una Cronologia", si precisa che nel 1980 «la neonata casa editrice Il Cerchio pubblica Omaggio a J.R.R. Tolkien di Mario Polia, mentre la Tempi Moderni di Napoli pubblica Ombra e mito in Tolkien di Gianpiero De Vero. I due testi si contendono il titolo di prima monografia su Tolkien scritta da un italiano».
  2. ^ Vittorio Catani, Vengo solo se parlate di Ufi. Sguardi sulla fantascienza e la società alla svolta del millennio (introduzione di Silvio Sosio), Milano, Delos Books, 2004, p. 261. ISBN 978-88-89096-03-1 (consultabile anche su Google Libri).
  3. ^ Nicola Antolini, Fuori dal cerchio. Viaggio nella destra radicale italiana, Roma, Elliot, 2010, p. 381. ISBN 978-88-6192-140-5.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Editoria