Il fidanzamento (film)

film del 1975 diretto da Giovanni Grimaldi
Il fidanzamento
Ennio Balbo Il fidanzamento.png
Ennio Balbo in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1975
Durata100 min
Generecommedia
RegiaGiovanni Grimaldi
Soggettodal romanzo omonimo di Goffredo Parise
SceneggiaturaGiovanni Grimaldi
ProduttoreFulvio Lucisano
Casa di produzioneItalian International Film
Distribuzione in italianoItalian International Film
FotografiaMario Capriotti
MontaggioDaniele Alabisio
MusichePiero Umiliani
ScenografiaVincenzo Del Prato
CostumiMarisa Crimi
Interpreti e personaggi

Il fidanzamento è un film del 1975, diretto da Giovanni Grimaldi e girato ad Acireale.

TramaModifica

Catania. Luigi Manozzi è un funzionario pubblico fidanzato da 8 anni con Mirella Guglielmi, che tratta come oggetto dei suoi desideri sessuali senza però decidersi a sposarla. Mussia, la mamma della ragazza, al corrente della situazione della figlia, stuzzica di continuo Luigi per spingerlo a compiere il suo dovere, malgrado la ragazza non abbia la necessità di contrare matrimonio riparatore.

Dopo essere stato colto in flagranza durante un coito, Luigi si defila dalla famiglia di Mirella per timore di essere messo con le spalle al muro da Mussia che invece di rinfacciargli il fatto compiuto, gli propone di aiutarlo economicamente; non avendo altri argomenti per temporeggiare, Luigi si adopera con un pretesto, a farsi trasferire a L'Aquila in attesa che la situazione si evolva in suo favore.

Temendo il nubilato definitivo della figlia, Mussia con l'aiuto della sorella Elide fa in modo di agevolare un nuovo fidanzamento tra Mirella e un coetaneo, Lucio Davossa. Luigi viene informato dall'amico e collega Totò di quello che succede nella famiglia della sua ex fidanzata e con una manovra subdola, fa rompere il legame appena instaurato tra Mirella e Lucio.

Morto Edmondo Guglielmi, il papà di Mirella, Luigi viene ripreso in considerazione da Mussia per una questione di comodità con il sempre proposito di spingerlo a sposare la figlia contando sul fatto che prima o poi, Mirella possa rimanere incinta. Alla fine del calvario che ha visto, tra mille sotterfugi e peripezie, Luigi, Mirella e la sua famiglia, i due finalmente contraggono lo sperato matrimonio, anche se, per alcuni istanti, tutti i presenti alla cerimonia rimangono con il fiato sospeso a causa dell'imperterrita titubanza di Luigi.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema