Apri il menu principale
Ilanz
comune
(DE) Ilanz
(RM) Glion
Ilanz – Stemma
Ilanz – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Graubünden matt.svg Grigioni
RegioneSurselva
Amministrazione
Lingue ufficialiRomancio
Tedesco
Territorio
Coordinate46°46′30″N 9°12′21.6″E / 46.775°N 9.206°E46.775; 9.206 (Ilanz)Coordinate: 46°46′30″N 9°12′21.6″E / 46.775°N 9.206°E46.775; 9.206 (Ilanz)
Altitudine698 m s.l.m.
Superficie133,48 km²
Abitanti4 695 (2015)
Densità35,17 ab./km²
FrazioniCastrisch, Ladir, Luven, Pigniu, Pitasch, Riein, Rueun, Ruschein, Schnaus, Sevgein, Siat, Sontga Clau, Strada
Comuni confinantiAndiast, Duvin, Falera, Glarona Sud (GL), Laax, Lumnezia, Obersaxen Mundaun, Safiental, Sagogn, Schluein, Waltensburg
Altre informazioni
Cod. postale7111, 7112, 7126, 7127, 7128, 7130, 7141, 7154, 7155, 7156, 7157
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS3619
TargaGR
Nome abitantiIlanzer
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Ilanz
Ilanz
Ilanz – Mappa
Sito istituzionale

Ilanz (ufficialmente Ilanz/Glion, in cui Ilanz è la denominazione in tedesco, unica ufficiale fino al 2014, e Glion quella in romancio[1]; in italiano Jante o Ilonte, desueti[senza fonte]) è un comune svizzero di 4 695 abitanti del Canton Grigioni, nella regione Surselva della quale è capoluogo. Nel 1978 ha inglobato il comune soppresso di Strada e il 1º gennaio 2014 quelli di Castrisch, Duvin, Ladir, Luven, Pigniu, Pitasch, Riein, Rueun, Ruschein, Schnaus, Sevgein e Siat.

Indice

Geografia fisicaModifica

La regione è piuttosto soleggiata ed è caratterizzata da precipitazioni modeste[senza fonte].

StoriaModifica

Si tratta del primo centro di una certa importanza lungo il Reno. Per questo motivo, in epoca medioevale, il comune venne fortificato e raggiunse un'importanza tale da essere considerato come una città[1]. Ancora oggi infatti, nonostante il numero piuttosto esiguo di abitanti, l'appellazione ufficiale del comune è "Stadt Ilanz"[senza fonte].

NoteModifica

  1. ^ a b Martin Bundi, Ilanz, in Dizionario storico della Svizzera, 16 dicembre 2016. URL consultato il 3 giugno 2017.

BibliografiaModifica

  • AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera