Ilie Datcu

allenatore di calcio e ex calciatore rumeno
Ilie Datcu
Ilie Datcu 1974.jpg
Ilie Datcu nel 1974
Nazionalità Romania Romania
Turchia Turchia (dal 1976)
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1975 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1961-1969Dinamo Bucarest166 (-?)
1969-1975Fenerbahçe140 (-?)
1975-1976Giresunspor20 (-?)
Nazionale
1963-1967 Romania Romania 7 (-?)[1]
Carriera da allenatore
1976 Fenerbahçe
1977-1978 Vefaspor
1978 Çaykur Rizespor
1979-1980 Celeste e Bianco.svg Türkiyemspor Berlin
1980-1981 Flag blue HEX-0434B1.svg Hertha Zehlendorf
1981 Göztepe
1982-1983 Fatih Karagümrük
1983-1984 İstanbulspor
1984-1985 Göztepe
1985-1986 Denizlispor
1986-1987 Kartalspor
1987-1988 Diyarbakırspor
1988 Bakırköyspor
1988-1990 Türk Telekomspor
1991 Eskişehirspor
1991-1992 Türk Telekomspor
1992-1993 600px vertical Green HEX-296D14 Red HEX-DF0728.svg Gaziosmanpaşaspor
1994-1999 Fenerbahçe Portieri
2002-2005 Beşiktaş Portieri
2007 Kütahyaspor
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ilie Datcu (Bucarest, 20 luglio 1937) è un allenatore di calcio ed ex calciatore rumeno naturalizzato turco, di ruolo portiere.

CarrieraModifica

Cresciuto nella Dinamo Bucarest, dal 1969 al 1975 giocò nel Fenerbahçe Spor Kulübü, in cui totalizzò oltre duecento presenze e vinse tre campionati turchi. Vestì anche per trentasei gare la maglia della Nazionale rumena.

Nel 1976 prese la nazionalità turca e allenò il Fenerbahçe. In seguito, è stato preparatore dei portieri per la squadra di Istanbul e ha anche allenato Rüştü Reçber.[2]

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Dinamo Bucarest: 1961-1962, 1962-1963, 1963-1964, 1964-1965
Dinamo Bucarest: 1963-1964, 1967-1968
Fenerbahçe: 1969-1970, 1973-1974, 1974-1975
Fenerbahçe: 1973-1974
Fenerbahçe: 1973

AllenatoreModifica

Fenerbahçe: 1976-1977
Fatih Karagümrük: 1982-1983

NoteModifica

  1. ^ 13 (-?) se si comprendono i Giochi olimpici.
  2. ^ (TR) Kırgınlığım yok, fanatik.com.tr, 14 settembre 2012.

Collegamenti esterniModifica