Apri il menu principale
Mappa che indica l'Indice di sostenibilità ambientale (2006)

L'Indice di sostenibilità ambientale (Environmental Performance Index, EPI) è un metodo per quantificare numericamente le prestazioni ambientali di un paese. Questo indice è stato sviluppato a partire dal Pilot Environmental Performance Index, pubblicato per la prima volta nel 2002, e progettato per integrare gli obiettivi ambientali delle Nazioni Unite. Questo indice è stato sviluppato dalla Yale University e dalla Columbia University in collaborazione con il Forum Economico Mondiale e il Centro comune di ricerca della Commissione europea. Dal gennaio 2008 l'EPI ha emesso due rapporti - il Pilot 2006 Environmental Performance Index e L'Indice di sostenibilità ambientale. Nel 2008, i primi tre paesi nella classifica sono stati la Svizzera, la Norvegia e la Svezia.

Indice

MetodologiaModifica

L'indice EPI varia molto in funzione dei parametri considerati.

Variabili 2018Modifica

Simile al 2016 ma con salute ambientale al 40% e vitalità ecosistema al 60%.[1]

Variabili 2016 [2]Modifica

EPI Obiettivo Categoria fenomeno Indicatore
Environmental Performance Index (EPI) Salute ambientale (50%) Impatto sulla salute (23%) Esposizione al rischio ambientale (100%)
Qualità dell'aria (33%) Qualità dell'aria domestica (30%)
Inquinamento aria - Media PM 2.5 (30%)
Inquinamento aria - PM 2.5 oltre (30%)
Inquinamento aria - Media NO2 (10%)
Acqua e potabilità (33%) Non potabilità (50%)
Qualità acqua potabile (50%)
Vitalità ecosistema (50%) Fonti d'acqua (25%) Trattamento acque (100%)
Agricoltura (10%) Uso nitrogeni, efficienza (75%)
Bilancio nitrogeni (25%)
Foreste (10%) Copertura boschiva (100%)
Pesca (5%) Stock pesce (100%)
Biodiversità e Habitat (25%) Aree protette terrestri (National Biome Weights) (20%)
Aree protette terrestri (Global Biome Weights) (20%)
Aree marine protette (20%)
Specie protette (Nazionala) (20%)
Specie protette (Globale) (20%)
Clima e energia (25%) Trend nell'uso del carbone (75%)
Trend nelle emissioni CO2 per KWh (25%)

Classifica EPIModifica

2018Modifica

EPI 2018 disponibile qui online.

Posizione Nazione Punteggio EPI Salute
ambientale

(40% del punteggio)

Vitalità
ecosistema

(60% del punteggio)

1   Svizzera 87.42 93.57 83.32
2   Francia 83.95 95.71 76.11
3   Danimarca 81.60 98.20 70.53
4   Malta 80.90 93.80 72.30
5   Svezia 80.51 94.41 71.24
6   Regno Unito 79.89 96.03 69.13
7   Lussemburgo 79.12 95.07 68.48
8   Austria 78.97 86.38 74.03
9   Irlanda 78.77 95.92 67.34
10   Finlandia 78.64 99.35 64.83
11   Islanda 78.57 98.41 65.34
12   Spagna 78.39 94.21 67.85
13   Germania 78.37 88.68 71.50
14   Norvegia 77.49 97.86 63.91
15   Belgio 77.38 89.37 69.39
16   Italia 76.96 85.88 71.02
17   Nuova Zelanda 75.96 95.96 62.63
18   Paesi Bassi 75.46 92.26 64.25
19   Israele 75.01 94.14 62.25
20   Giappone 74.69 92.99 62.48
21   Australia 74.12 97.95 58.23
22   Grecia 73.60 91.03 61.98
23   Taiwan 72.84 69.85 74.83
24   Cipro 72.60 87.96 62.37
25   Canada 72.18 97.51 55.29
26   Portogallo 71.91 90.47 59.53
27   Stati Uniti 71.19 93.91 56.04
28   Slovacchia 70.60 63.87 75.08
29   Lituania 69.33 72.57 67.18
30   Costa Rica 67.85 76.44 62.13

2016Modifica

Il 23 gennaio 2016 è stato rilasciato l'indice di sostenibilità ambientale per il 2016 nel corso del forum economico mondiale, con 180 paesi analizzati[3].

Top 30 dei paesi con relativo punteggio

  1.   Finlandia 90.68
  2.   Islanda 90.51
  3.   Svezia 90.43
  4.   Danimarca 89.21
  5.   Slovenia 88.98
  6.   Spagna 88.91
  7.   Portogallo 88.63
  8.   Estonia 88.59
  9.   Malta 88.48
  10.   Francia 88.20
  1.   Nuova Zelanda 88.00
  2.   Regno Unito 87.38
  3.   Australia 87.22
  4.   Singapore 87.04
  5.   Croazia 86.98
  6.   Svizzera 86.93
  7.   Norvegia 86.90
  8.   Austria 86.64
  9.   Irlanda 86.60
  10.   Lussemburgo 86.58
  1.   Grecia 85.81
  2.   Lettonia 85.71
  3.   Lituania 85.49
  4.   Slovacchia 85.42
  5.   Canada 85.06
  6.   Stati Uniti 84.72
  7.   Rep. Ceca 84.67
  8.   Ungheria 84.60
  9.   Italia 84.48
  10.   Germania 84.26

2010Modifica

Il 28 gennaio 2010 la Yale University e la Columbia University hanno rilasciato L'Indice di sostenibilità ambientale 2010 presso il Forum Economico Mondiale per 163 paesi. Al primo posto troviamo l'Islanda a causa dei suoi punteggi più alti sull'ambiente e sulla salute pubblica, l'energia prodotta in Islanda proviene quasi essenzialmente da fonti rinnovabili (energia idroelettrica e geotermica), e per il suo controllo delle emissioni di gas a effetto serra. Gli Stati Uniti sono scesi alla posizione 61, rispetto alla 39 nel 2008, il Brasile fila al 62 posto, la Russia al 69, la Cina al 121, e l'India occupa il 123 posto.

Top 30 dei paesi con relativo punteggio

  1.   Islanda 93.5
  2.   Svizzera 89.1
  3.   Costa Rica 86.4
  4.   Svezia 86.0
  5.   Norvegia 81.1
  6.   Mauritius 80.6
  7.   Francia 78.2
  8.   Austria 78.1
  9.   Cuba 78.1
  10.   Colombia 76.8
  1.   Malta 76.3
  2.   Finlandia 74.7
  3.   Slovenia 74.5
  4.   Regno Unito 74.2
  5.   Nuova Zelanda 73.4
  6.   Cile 73.3
  7.   Germania 73.2
  8.   Italia 73.1
  9.   Portogallo 73.0
  10.   Giappone 72.5
  1.   Lettonia 72.5
  2.   Rep. Ceca 71.6
  3.   Albania 71.4
  4.   Panama 71.4
  5.   Spagna 70.6
  6.   Belize 69.9
  7.   Antigua e Barbuda 69.8
  8.   Singapore 69.6
  9.   Serbia 69.4
  10.   Ecuador 69.3

2008Modifica

Il 23 gennaio 2008 la Yale University e la Columbia University hanno rilasciato L'Indice di sostenibilità ambientale 2008 presso il Forum Economico Mondiale. Gli esperti ambientali hanno concluso che "l'analisi dei driver alla base della classifica 2008 suggerisce che la ricchezza è un elemento determinante del successo ambientale".

Top 30 dei paesi con relativo punteggio

  1.   Svizzera 95.5
  2.   Norvegia 93.1
  3.   Svezia 93.1
  4.   Finlandia 91.4
  5.   Costa Rica 90.5
  6.   Austria 89.4
  7.   Nuova Zelanda 88.9
  8.   Lettonia 88.8
  9.   Colombia 88.3
  10.   Francia 87.8
  1.   Islanda 87.6
  2.   Canada 86.6
  3.   Germania 86.3
  4.   Regno Unito 86.3
  5.   Slovenia 86.3
  6.   Lituania 86.2
  7.   Slovacchia 86.0
  8.   Portogallo 85.8
  9.   Estonia 85.2
  10.   Croazia 84.6
  1.   Giappone 84.5
  2.   Ecuador 84.4
  3.   Ungheria 84.2
  4.   Italia 84.2
  5.   Albania 84.0
  6.   Danimarca 84.0
  7.   Malaysia 84.0
  8.   Russia 83.9
  9.   Cile 83.4
  10.   Spagna 83.1

2006Modifica

Il 26 gennaio 2006 la Yale University e la Columbia University hanno rilasciato il Pilot 2006 Environmental Performance Index presso il Forum Economico Mondiale. È stato realizzato in collaborazione con il F.E.M. ed il Centro comune di ricerca della Commissione europea.

Top 30 dei paesi con relativo punteggio

  1.   Nuova Zelanda 88.0
  2.   Svezia 87.8
  3.   Finlandia 87.0
  4.   Rep. Ceca 86.0
  5.   Regno Unito 85.6
  6.   Austria 85.2
  7.   Danimarca 84.2
  8.   Canada 84.0
  9.   Malaysia 83.3
  10.   Irlanda 83.3
  1.   Portogallo 82.9
  2.   Francia 82.5
  3.   Islanda 82.1
  4.   Giappone 81.9
  5.   Costa Rica 81.6
  6.   Svizzera 81.4
  7.   Colombia 80.4
  8.   Norvegia 80.2
  9.   Grecia 80.2
  10.   Australia 80.1
  1.   Italia 79.8
  2.   Germania 79.4
  3.   Spagna 79.2
  4.   Taiwan 79.1
  5.   Slovacchia 79.1
  6.   Cile 78.9
  7.   Paesi Bassi 78.7
  8.   Stati Uniti 78.5
  9.   Cipro 78.4
  10.   Argentina 77.7

NoteModifica

  1. ^ EPI 2018 variables (JPG), su epi.envirocenter.yale.edu.
  2. ^ 2016 EPI Raw Data (XLS)[collegamento interrotto], Yale University, 2016.
  3. ^ Data | Environmental Performance Index - Development, Università di Yale, 23 gennaio 2016. URL consultato il 1º febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2016).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ecologia e ambiente: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ecologia e ambiente