Arte informale

(Reindirizzamento da Informale)

L'arte informale è una corrente artistico-pittorica della fine degli anni '40 (se ne parlava già dieci anni prima), nata in linea con l'espressionismo astratto americano. A seguito delle enormi devastazioni e sofferenze portate dalla seconda guerra mondiale, nemmeno gli artisti hanno più certezze. La pittura diventa informale e si sottrae al figurativo, ma anche alla geometria e al rigore matematico che caratterizzano l'astrattismo. Gli artisti percepiscono la propria incapacità di trasmettere messaggi e per far fronte a questa nuova urgenza comunicativa utilizzano i materiali più disparati. L'informale è una concezione ribelle dell'arte. L'informale cioè "rifiuta la forma" per intervenire direttamente nella materia con un segno espressivo e un gesto spontaneo,ma non va intesa come "Non forma". Ai materiali e al colore corrisponde un'idea. Nell'espressionismo astratto americano, l'esprimere sentimenti e percezioni era un impegno preso più sul serio rispetto agli artisti informali europei, che però non si sottraevano da questo concetto. Fondamentali erano due fattori: un modo nuovo di trattare le forme e la scelta del colore passa in secondo piano perché è più importante capire come stendere il colore rispetto a capire quale colore scegliere. Entra in gioco perciò la materia. Questo è il concetto fondamentale dell'arte Informale.

ArtistiModifica

Jean Fautrier dipinge una serie di quadri dal titolo "ostaggi", nei quali si possono distinguere le forme. Jean Dubuffet chiama "vita irrequieta" un quadro in cui si possono distinguere delle piccole figure umane come graffiate sugli strati di colore. Alberto Burri brucia e buca sacchi di tela e plastica, lavora con colla vinilica e altre materie plastiche creando composizioni bianche.

Altri esponenti di spicco sono:

TipologieModifica

È possibile fare una distinzione tra pittura materica e pittura segnica. La prima consiste nell'accumulo di materia, la seconda è basata sull'importanza dell'impronta calligrafica. A queste due bisogna poi aggiungere lo spazialismo. L'arte informale è considerata una tendenza rivoluzionaria perché se l'opera è stata per secoli come una finestra ora l'osservatore può interagire. L'artista desidera quindi che il suo capolavoro prenda vita ed esca dall'ordinario.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 2411
  Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di arte