Ixobrychus sturmii

specie di uccello
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tarabusino nano africano
Bittern Dwarf 2015 04 06 12 00 13 9788.jpg
Ixobrychus sturmii
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Pelecaniformes
Famiglia Ardeidae
Sottofamiglia Botaurinae
Genere Ixobrychus
Specie I. sturmii
Nomenclatura binomiale
Ixobrychus sturmii
(Wagler, 1827)
Areale
Ixobrychus sturmii map.svg

Il tarabusino nano africano (Ixobrychus sturmii (Wagler, 1827)) è un uccello della famiglia Ardeidae.[2]

DescrizioneModifica

È un airone di piccola taglia, lungo 25–30 cm e con un'apertura alare di 50 cm.[3] I colori del piumaggio ricordano quelli dell'airone striato (Butorides striata) da cui si differenzia per le minori dimensioni.

BiologiaModifica

Si nutre di insetti, in particolare di coleotteri acquatici e cavallette, e di rane; in misura minore entrano nella sua dieta anche piccoli pesci, granchi e gasteropodi.[3]

Distribuzione e habitatModifica

Questa specie è ampiamente distribuita nell'Africa subsahariana.[1]

Nidifica dal Senegal e dal Ghana, sino a Sudan, Etiopia, Somalia, Kenya, Tanzania, Zaire, Zimbabwe, Mozambico, Namibia e Sudafrica.[4]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2016, Ixobrychus sturmii, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020. URL consultato il 10 aprile 2018.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Ardeidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 10 aprile 2018.
  3. ^ a b (EN) Martínez-Vilalta, A., Motis, A. & Kirwan, G.M., Dwarf Bittern (Ixobrychus sturmii), su Handbook of the Birds of the World Alive, 2018. URL consultato il 10 aprile 2018.
  4. ^ (EN) IUCN-SSC Heron Specialist Group, Dwarf Bittern Ixobrychus sturmii (Wagler), su Heron Conservation. URL consultato il 10 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2017).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Ixobrychus sturmii, in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.
  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Uccelli