Jaafar di Negeri Sembilan

sovrano malese
Jaafar di Negeri Sembilan
HRH Tuanku Ja'afar Yang di-Pertuan Agong of Malaysia.jpg
Yang di-Pertuan Agong della Malesia
In carica 26 aprile 1994 –
25 aprile 1999
Investitura 22 settembre 1994
Predecessore Azlan Shah di Perak
Successore Salahuddin di Selangor
Yang di-Pertuan Besar di Negeri Sembilan
In carica 18 aprile 1967 –
27 dicembre 2008
Investitura 8 aprile 1968
Predecessore Munawir
Successore Muhriz
Nascita Klang, 19 luglio 1922
Morte Ospedale Tuanku Jaafar di Seremban, 27 dicembre 2008 (86 anni)
Sepoltura Mausoleo reale di Seri Menanti, 29 dicembre 2008
Padre Abdul Rahman di Negeri Sembilan
Madre Che' Engku Maimuna binti Abdullah
Consorte Tuanku Najihah
Figli Tunku Dara Naquiah
Tunku Naquiyuddin
Tunku Imran
Tunku Jawahir
Tunku Irinah
Tunku Nadzaruddin
Religione Musulmano sunnita

Il colonnello Duli Yang Maha Mulia Almarhum Tuanku Ja'afar Ibni Tuanku Almarhum Abdul Rahman (Klang, 19 luglio 1922Seremban, 27 dicembre 2008) è stato Yang di-Pertuan Besar di Negeri Sembilan dal 1967 al 2008 e Yang di-Pertuan Agong della Malaysia dal 1994 al 1999.

Origini e istruzioneModifica

Jaafar di Negeri Sembilan nacque a Klang il 19 luglio 1922, primo dei quattro figli di Tuanku Abdul Rahman ibni Almarhum Tuanku Muhammad e della sua moglie borghese, l'infermiera eurasiatica Dulcie Campbell, meglio conosciuta come Che' Engku Maimunah binti Abdullah. La coppia in seguito divorziò.[1]

Dopo aver studiato al Malay College Kuala Kangsar, si laureò presso l'Università di Nottingham prima di frequentare Balliol College di Oxford e la London School of Economics. Tunku Ja'afar entrò poi nel servizio civile e diplomatico della Malesia.

Carriera inizialeModifica

Ufficiale stataleModifica

Durante l'occupazione giapponese della Malesia, Tuanku Ja'afar servì presso l'Ufficio dell'amministrazione fondiaria di Seremban e come ufficiale di distretto a Rembau dal 1946 al 1947. Al suo ritorno dal Regno Unito nel 1952, Tuanku Ja'afar ricoprì diversi incarichi nel servizio civile tra cui Assistente Segretario di Stato di Perak, assistente di distretto delegato a Parit, nel Perak e ufficiale di distretto a Tampin.

DiplomaticoModifica

La carriera diplomatica di Tuanku Ja'afar cominciò nel 1957. Seguì un corso speciale per diplomatici a Londra per un anno. Il suo primo ruolo fu come incaricato d'affari a Washington DC, negli Stati Uniti d'America. In seguito divenne primo segretario alla Rappresentanza permanente presso le Nazioni Unite a New York e poi console e vice alto commissario a Londra. Tuanku Ja'afar venne in seguito nominato ambasciatore in Egitto e poi alto commissario nella Nigeria e nel Ghana.

Yang di-Pertuan BesarModifica

Nel 1967, Tuanku Ja'afar stava per assumere l'incarico di ambasciatore in Giappone, quando il governo dello Stato di Negeri Sembilan lo richiamò in patria dopo la prematura morte del suo fratellastro Tuanku Munawir, allora sovrano del Negeri Sembilan.

Tutti e quattro gli Undang (capi territoriali) elessero all'unanimità Tuanku Ja'afar come Yang di-Pertuan Besar di Negeri Sembilan. L'elezione fu controversa, in quanto il presunto erede al trono, il figlio di Tuanku Munawir, Tunku Muhriz fu by-passato. Fu suggerito che l'allora Primo ministro della Malesia, Tunku Abdul Rahman, incaricò il consiglio di non scegliere Tunku Muhriz a causa della sua giovane età (aveva allora diciotto anni).

Tuanku Ja'afar salì al trono come 10° sovrano di Negeri Sembilan il 18 aprile 1967.

Yang di-Pertuan AgongModifica

Ja'afar di Negeri Sembilan fu il decimo di Yang di-Pertuan Agong di Malesia dal 26 aprile 1994 al 25 aprile 1999 succedendo al sultano Azlan Shah di Perak.

Durante il suo quinquennio, la Malesia raggiunse molti traguardi, tra i quali il successo della candidatura per i XVI Giochi del Commonwealth e per il summit dell'Asia-Pacific Economic Cooperation, entrambi svoltisi nel 1998. Proseguirono i lavori di costruzione dell'Aeroporto Internazionale di Kuala Lumpur a Sepang, delle Torri Petronas, della zona economica MSC Malaysia e della nuova capitale amministrativa Putrajaya.

Vita personaleModifica

Tuanku Ja'afar era sposato con Tuanku Najihah binti Almarhum Tunku Besar Burhanuddin che è stata anche Raja Permaisuri Agong tra il 1994 e il 1999. Dalla coppia nacquero tre figli e tre figlie:

ContributiModifica

Durante il suo regno come sovrano di Negeri Sembilan, Tuanku Ja'afar concentrò la sua attenzione sui problemi della gente e dell'amministrazione dello Stato. Nella gestione degli affari socio-economici, il monarca rivolse la sua attenzione ai settori industriali e dell'edilizia residenziale pubblica in modo da migliorare il tenore di vita del popolo. Di conseguenza, diverse nuove aree residenziali vennero sviluppate tra le quali vi sono il Taman Tuanku Ja'afar che comprende una zona industriale e un campo da golf di livello internazionale, il Taman Tuanku Ampuan Najihah a Sungai Gadut e il progetto di edilizia abitativa Mambau.

FormazioneModifica

Tuanku Ja'afar divenne cancelliere dell'Università Nazionale della Malesia il 16 aprile 1976. Egli sollecitò sempre il miglioramento del livello di istruzione in Malesia. Gli vennero assegnati dottorati onorari in legge dall'Università delle Filippine (il 27 luglio 1990), dall'Università di Nottingham (il 21 luglio 1995), dall'Università di Santiago in Cile (il 28 settembre 1995) e dall'Università del Brunei Darussalam (il 11 settembre 1996).

Interessi personaliModifica

Tuanku Ja'afar e la famiglia reale di Negeri Sembilan erano noti come la "famiglia reale dello sport". Lui e la sua famiglia mostrarono grande interesse per il cricket, il tennis, il badminton, lo squash, l'hockey e il golf. Suo figlio Tunku Imran fu presidente del World Squash per sette anni.

Da appassionato di golf, Tuanku Ja'afar partecipò regolarmente a tornei di golf all'interno e all'esterno del paese. Migliorò anche il livello dello sport a Negeri Sembilan aggiornando i campi e le strutture in particolare quelli del Golf Club Internazionale di Seremban. Tuanku Ja'afar partecipò anche al Malaysian Open Golf Pro-Am annuale dal momento della sua prima edizione.

MorteModifica

Tuanku Ja'afar morì presso l'ospedale Tuanku Jaafar di Seremban alle 11.45 del 27 dicembre 2008.[2] Il fratello minore, Tunku Panglima Besar Tunku Tan Sri Abdullah era deceduto quattro mesi prima. Prima della morte di Tuanku Ja'afar, fu ricoverato in ospedale dopo aver avuto sensazione di vertigini. Venne sepolto presso il Mausoleo Reale di Seri Menanti due giorni dopo.

Onorificenze[3]Modifica

Onorificenze malesiModifica

  Gran maestro e membro dell'Ordine della Real casa di Malesia
— 27 maggio 1994
  Gran maestro dell'Ordine della Corona del reame
  Gran maestro dell'Ordine del Difensore del reame
  Gran maestro dell'Ordine della Lealtà alla Corona di Malesia
  Gran maestro dell'Ordine al merito
  Gran maestro dell'Ordine del servizio militare
  Gran maestro dell'Ordine dell'eroismo della polizia
  Gran maestro dell'Ordine del servizio distinto
  Gran maestro dell'Ordine della Casa reale

Personalmente è stato insignito dei titoli di:

  Membro dell'Ordine della Corona del reame
— 3 aprile 1968
  Gran Comandante dell'Ordine del Difensore del reame
  Gran comandante dell'Ordine famigliare reale di Johor (Johor)
  Membro dell'Ordine famigliare reale di Kedah (Kedah)
  Membro dell'Ordine famigliare reale di Kelantan (Kelantan)
  Membro di I classe dell'Ordine Famigliare della Corona di Indra di Pahang (Pahang)
  Membro dell'Ordine famigliare reale di Perak (Perak)
  Membro dell'Ordine famigliare reale di Perlis del valoroso principe Syed Putra Jamalullail (Perlis)
  Membro di I classe dell'Ordine famigliare reale di Selangor (Selangor)
  Membro di I classe dell'Ordine famigliare reale di Terengganu (Terengganu)

Onorificenze di Negeri SembilanModifica

  Gran Maestro e Membro dell'Ordine Famigliare Reale di Negeri Sembilan
  Gran Maestro dell'Ordine di Negeri Sembilan
  Gran Maestro dell'Ordine Famigliare Reale di Yam Tuan Radin Sunnah
  Gran Maestro dell'Ordine della Lealtà a Negeri Sembilan
  Gran Maestro del Grand'Ordine di Tuanku Jaafar

Onorificenze straniereModifica

  Gran collare dell'Ordine nazionale della Croce del Sud (Brasile)
— 18 febbraio 1995
  Membro di I classe dell'Ordine famigliare del Brunei
— 5 agosto 1968
  Collare dell'Ordine famigliare reale della Corona del Brunei
— 10 settembre 1996
  Gran collare dell'ordine dell'Indipendenza (Cambogia)
  Collare dell'Ordine al merito (Cile)
— 27 settembre 1995
  Cavaliere dell'Ordine di Mugunghwa (Corea del Sud)
  Comandante di gran croce dell'Ordine della Rosa bianca (Finlandia)
— 25 gennaio 1995
  Cavaliere di gran croce dell'Ordine di Sikatuna (Filippine)
— 21 giugno 1995
  Classe speciale della gran croce dell'Ordine al merito di Germania
— 1996
  Membro di I Classe dell'Ordine della Grande Stella di Gibuti
  Cavaliere di Gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica di Polonia
— 1997
  Cavaliere di gran croce onorario dell'Ordine del Bagno (Regno Unito)
— 14 ottobre 1998
  Collare dell'Ordine al Merito Civile (Spagna)
— 24 marzo 1995[4]
  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 22 febbraio 1996
  Cavaliere di Gran croce dell'Ordine al merito (Uruguay)
— 3 luglio 1996

NoteModifica

  1. ^ Halim (1998), p. 24, 26
  2. ^ Yang Dipertuan Besar Negeri Sembilan mangkat, Utusan Malaysia, 27 dicembre 2008. URL consultato il 27 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2008).
  3. ^ Royal Ark
  4. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
Controllo di autoritàVIAF (EN44206576 · LCCN (ENnr97031527 · WorldCat Identities (ENnr97-031527