Jannat al-Mu'alla

Jannat al-Mu'alla
Jannat-ul-Maualla at present.JPG
Il Jannat al-Mu'alla oggi
Tipocivile
Confessione religiosaislamica
Stato attualedemolito
Ubicazione
StatoArabia Saudita Arabia Saudita
CittàLa Mecca
Costruzione
Periodo costruzionepreislamico
Mappa di localizzazione

Coordinate: 21°26′13.17″N 39°49′45.17″E / 21.436991°N 39.829213°E21.436991; 39.829213

La Jannat al-Muʿallā (in arabo: جنة المعلاة‎), ossia "Il giardino al-Muʿallā"), noto anche come al-Hajūn, è stato un celebre cimitero di Mecca, nell'attuale Arabia Saudita, a una qualche distanza a SE dal Masjid al-Haram (La Sacra Moschea).

È il luogo in cui furono inumati tra gli altri la prima moglie del profeta islamico Maometto, Khadīja, il nonno di Maometto ʿAbd al-Muṭṭalib, e numerosi altri suoi antenati.

Il Jannat Muʿallā prima del 1925, nell'ultima parte della presenza ottomana.

StoriaModifica

Numerosi parenti di Maometto vi furono inumati, prima dell'Egira e del trasferimento di quasi tutti loro a Yathrib[1] dal settembre del 622 in poi. Col tempo vi furono edificati monumenti funebri ma l'opera demolitrice dei Sauditi portò alla loro totale distruzione, motivata dalla volontà che le tombe non diventassero luogo di venerazione, in grado di sfumare la venerazione che si deve al solo Allah.

Personalità inumateModifica

DemolizioneModifica

Le tombe del cimitero furono totalmente demolite nel 1925, l'anno stesso in cui analoga sorte fu riservata al Jannat al-Baqīʿ per disposizione di ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd, malgrado le forti rimostranze della comunità islamica internazionale,[2] soprattutto di quella sciita, che ha definito yawm al-ghām, "Giorno del lutto", quell'avvenimento.

NoteModifica

  1. ^ Poi chiamata Medina.
  2. ^ https://www.al-islam.org/shrines/baqi.htm. HISTORY OF THE CEMETERY OF JANNAT AL-BAQI

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica