Jean-François Copé

politico francese

Jean-François Copé (Boulogne-Billancourt, 5 maggio 1964) è un politico francese, sindaco di Meaux ed ex deputato del sesto distretto di Seine-et-Marne, ricoprì diversi incarichi ministeriali nei governi di Jean-Pierre Raffarin (I, II e III Governo Raffarin) e Dominique de Villepin (Governo de Villepin). È segretario generale dell'Unione per un Movimento Popolare (UMP) tra il 2010 e il 2012, quindi presidente del partito dal 2012 al 2014. È candidato alle elezioni primarie dei repubblicani nel 2016 in vista delle elezioni presidenziali del 2017, durante le quali termina in ultima posizione.

Jean-François Copé
Festival automobile international 2015 - Photocall - 026 (cropped 2).jpg

Sindaco di Meaux
In carica
Inizio mandato 1º dicembre 2005
Predecessore Ange Anziani

Durata mandato 19 giugno 1995 –
20 giugno 2002
Predecessore Jean Lion
Successore Ange Anziani

Presidente dell'Unione per un Movimento Popolare
Durata mandato 19 novembre 2012 –
15 giugno 2014
Predecessore Nicolas Sarkozy
Successore Nicolas Sarkozy

Segretario generale dell'Unione per un Movimento Popolare
Durata mandato 17 novembre 2010 –
19 novembre 2012
Predecessore Xavier Bertrand
Successore Michèle Tabarot

Portavoce del governo francese
Durata mandato 7 maggio 2002 –
15 maggio 2007
Presidente Jacques Chirac
Capo del governo Jean-Pierre Raffarin
Dominique de Villepin
Predecessore Catherine Trautmann
Successore Christine Albanel

Dati generali
Partito politico I Repubblicani (dal 2015)
Precedenti:
Unione per un Movimento Popolare (2002-2015)
Raggruppamento per la Repubblica (fino al 2002)
Università Sciences Po
École nationale d'administration
Professione Avvocato e Docente universitario di economia

BiografiaModifica

Nasce da famiglia ebraica. Il padre, originario della Bessarabia, era figlio di un medico a Iași. Il padre di Copé cambiò il suo nome da Copelovici a Copé. La famiglia materna è originaria dell'Algeria. Copé si definisce "ebreo non praticante".

Copé ha completato due studi in una Grande école: Sciences Po e dal 1987 al 1989 presso l'École nationale d'administration ENA. Ha lavorato come avvocato fino al 2011 e ha insegnato Economia alla Sciences Po.

È stato dal 2004 al 2007 Ministro delle finanze rispettivamente nel governo di Raffarin e Villepin. Dal 2007 al 2010 è stato presidente del gruppo UMP all'Assemblea nazionale, la Camera bassa francese. È succeduto a Xavier Bertrand come segretario generale dell'UMP il 17 novembre 2010. Dopo le elezioni presidenziali francesi nel 2012, quando Nicolas Sarkozy è stato eletto, Copé è stato eletto leader politico dell'UMP. Anche l'ex primo ministro, François Fillon, aspirava a quella posizione. La differenza di voti era così piccola, 50,3% contro 49,7%, che Fillon ha sfidato il risultato per qualche tempo. Copé ha rassegnato le dimissioni da presidente dell'UPM il 27 maggio 2014. Durante le elezioni presidenziali francesi del 2012, i suoi stretti collaboratori del partito hanno speso almeno 8 milioni di euro in un'agenzia di comunicazione.

È sindaco di Meaux dal 2005, e in precedenza dal 1995 al 2002.

Vita privataModifica

Il 1 ° giugno 1991, ha sposato Valérie Ducuing, consulente di pubbliche relazioni presso Veolia.[1] Da questo primo matrimonio nascono una figlia e due figli. Divorziarono nel 2007.

Ha una seconda figlia, nata nel 2010 dalla sua unione con Nadia Hamama[2][3] psicologa per bambini[4] di origine cabila e italiana nata nel 1966, ex moglie del conte Eric d'Orne d'Alincourt, un famoso psichiatra. Dal 2008 è il suo responsabile parlamentare.[5] La coppia si sposa il 3 dicembre 2011, nel municipio di Meaux.[6][7]

PubblicazioniModifica

NoteModifica

  1. ^ (FR) Jean-François Copé, l'ambitieux mal-aimé, su ladepeche.fr, 4 marzo 2014.
  2. ^ (FR) Jean-François et Nadia Copé, linternaute.com
  3. ^ (FR) Nadia Copé sur gala.fr
  4. ^ (FR) Chloé Gurdjian, Qui est Nadia, la femme de Jean-François Copé ?, su www.programme-tv.net, 5 maggio 2018. URL consultato il 23 ottobre 2019.
  5. ^ (FR) « Copé rémunère sa femme via l'Assemblée nationale », Mediapart, 9 luglio 2014.
  6. ^ (FR) Nadia Copé : un visage souvent présent dans le sillage de son mari, 19 novembre 2012
  7. ^ (FR) Avec qui vivent nos politiques Sur le site francesoir.fr

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN44346085 · ISNI (EN0000 0000 8122 6431 · LCCN (ENn91038020 · GND (DE122537246 · BNF (FRcb12203449z (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n91038020