Apri il menu principale

Jean de Caraman

Cardinale francese del XIV secolo
Jean de Caraman
cardinale di Santa Romana Chiesa
Template-Cardinal (not a bishop).svg
 
Incarichi ricopertiCardinale diacono di San Giorgio in Velabro
 
Nato1320 ca. a Cahors
Creato cardinale17 dicembre 1350 da papa Clemente VI
Deceduto1º agosto 1361 a Saint-Félix
 

Jean de Caraman (Cahors, 1320Saint-Félix, 1º agosto 1361) è stato un cardinale francese della Chiesa cattolica, nominato da papa Clemente VI.

BiografiaModifica

Era membro della potente famiglia d'Eude[1], figlio di Arnaud Duese e di Marguerite de lIsle Jourdain. Il nonno aveva ottenuto il titolo di visconte di Caraman (o Carmaing), per cui i discendenti adottarono questo come cognome familiare. Il suo cognome è documentato anche come Caramagne d'Euse, Caramagna, Carmin o Carmaing. Era pronipote di papa Giovanni XXII.

Fu protonotario apostolico e canonico del capitolo della cattedrale metropolitana di Tours; fu poi prevosto a Barjols, diocesi di Fréjus.

Fu creato cardinale diacono di San Giorgio al Velabro nel concistoro del 17 dicembre 1350. Partecipò al conclave del 1352, che elesse papa Innocenzo VI. Ebbe una feroce disputa con Francesco Petrarca.

Morì di peste il 1º agosto 1361 a Saint-Félix, diocesi di Lavaur e fu sepolto ad Avignone.

NoteModifica

  1. ^ talvolta documentata anche d'Euse

Collegamenti esterniModifica