Jeremy Pope

attore statunitense
Jeremy Pope nel 2019

Jeremy Pope (Orlando, 9 luglio 1992) è un attore, cantante e ballerino statunitense.

BiografiaModifica

Dopo gli studi all'American Musical and Dramatic Art, Jeremy Pope ha fatto il suo debutto sulle scene a New York nel 2013, nella pièce del drammaturgo e sceneggiatore Premio Oscar Tarell Alvin McCraney Choir Boy.[1] Per la sua interpretazione nel ruolo del protagonista Pharus Jonathan Young, Pope ottenne grandi apprezzamenti da parte di critica e pubblico, vincendo l'AUDELCO Award e ricevendo anche una candidatura al Drama League Award per la migliore interpretazione.[2] Tornò ad interpretare Pharus anche nel tour statunitense del dramma, che toccò Los Angeles ed Atlanta.[3] Dopo aver recitato nuovamente nell'Off Broadway nei musical Invisible Thread (2015) e The View UpStairs (2017), Pope si unì al cast del musical Ain’t Too Proud: The Life and Times of The Temptations in scena a Berkeley; restò nel musical, in cui interpretava Eddie Kendricks, anche durante il resto del rodaggio a Los Angeles, Washington e Toronto.[4]

Nel gennaio 2019 ha fatto il suo debutto a Broadway in Choir Boy, in cui tornò ad interpretare Pharus Jonathan Young con ottime recensioni.[5] Nel marzo dello stesso anno, quattro giorni dopo la fine delle repliche di Choir Boy, tornò a Broadway con Ain't too Proud.[6] Per entrambe le interpretazioni è stato candidato al prestigioso Tony Award nell'edizione 2019 del premio: al Tony Award al miglior attore protagonista in un'opera teatrale per Choir Boy e al Tony Award al miglior attore non protagonista in un musical.[7] Gli unici altri attori ad essere stati candidati in due categoria nel medesimo anno sono stati Amanda Plummer (1982), Dana Ivey (1984), Kate Burton (2002), Jan Maxwell (2010) e Mark Rylance (2014).[8] Nella stessa stagione ha inoltre ricevuto una nomination all'Outer Critics Circle Award per Choir Boy e al Drama League Award per Ain't too Proud, oltre a vincere il Theatre World Award.[9][10][11] Nel 2020 fa il suo debutto televisivo nella serie TV di Ryan Murphy Hollywood, in cui interpreta Archie Coleman.[12] Per la sua interpretazione ha ricevuto una candidatura al Premio Emmy per il miglior attore protagonista in una miniserie o film TV.[13]

Pope è dichiaratamente gay.[14]

Filmografia parzialeModifica

TelevisioneModifica

TeatrografiaModifica

  • Choir Boy, di Tarell Alvin McCraney, regia di Trip Cullman. New York City Center Stage II di New York (2013)
  • Choir Boy, di Tarell Alvin McCraney, regia di Trip Cullman. Alliance Theatre di Atlanta (2013)
  • Choir Boy, di Tarell Alvin McCraney, regia di Trip Cullman. Geffen Playhouse di Los Angeles (2014)
  • Invisible Thread, colonna sonora e libretto di Matt Gould e Griffin Matthews, regia di Diane Paulus. Second Stage Theatre di New York (2015)
  • The View UpStairs, colonna sonora e libretto di Max Vernon, regia di Scott Ebersold. Lynn Redgrave Theatre di New York (2017)
  • Ain’t Too Proud: The Life and Times of The Temptations, colonna sonora di The Temptations, libretto di Dominique Morisseau, regia di Des McAnuff. Berkeley Rep di Berkeley (2017)
  • Ain’t Too Proud: The Life and Times of The Temptations, colonna sonora di The Temptations, libretto di Dominique Morisseau, regia di Des McAnuff. Kennedy Center di Washington, Prince of Wales Theatre di Toronto (2018)
  • Choir Boy, di Tarell Alvin McCraney, regia di Trip Cullman. Samuel J. Friedman Theatre di Broadway (2019)
  • Ain’t Too Proud: The Life and Times of The Temptations, colonna sonora di The Temptations, libretto di Dominique Morisseau, regia di Des McAnuff. Imperial Theatre di Broadway (2018)

RiconoscimentiModifica

Drama League Award
Premio Emmy
Grammy Award
Outer Critics Circle Award
Theatre World Award
Tony Award

Doppiatori italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) The Associated Press, Select List of Nominees for 2019 Tony Awards, in The New York Times, 30 aprile 2019. URL consultato il 30 aprile 2019.
  2. ^ (EN) Tonys: Competition for Best Musical Looks Fierce While Best Play Race Narrows, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 30 aprile 2019.
  3. ^ (EN) Felicia R. Lee, Jeremy Pope of ‘Choir Boy’ Talks About Stage Role, in The New York Times, 17 luglio 2013. URL consultato il 30 aprile 2019.
  4. ^ (EN) Sam Eckmann, Sam Eckmann, Jeremy Pope could score rare double Tony Awards nominations for ‘Choir Boy’ and ‘Ain’t Too Proud’, su GoldDerby, 26 aprile 2019. URL consultato il 30 aprile 2019.
  5. ^ (EN) Gordon Cox, Gordon Cox, Listen: Rising Broadway Star Jeremy Pope’s Advice for Young Actors, su Variety, 5 febbraio 2019. URL consultato il 30 aprile 2019.
  6. ^ (EN) Joshua Barone, Jeremy Pope Says Goodbye to ‘Choir Boy,’ and Hello to the Temptations, in The New York Times, 26 febbraio 2019. URL consultato il 30 aprile 2019.
  7. ^ (EN) Olivia Clement, 2019 Tony Awards Trends and Tallies: Playbill Breaks Down the Nominations, su Playbill, Tue Apr 30 12:39:14 EDT 2019. URL consultato il 30 aprile 2019.
  8. ^ (EN) Matthew J. Palm, Central Floridian's rare feat: Jeremy Pope scores twice in Tony nominations, su OrlandoSentinel.com. URL consultato il 30 aprile 2019.
  9. ^ (EN) Olivia Clement, Hadestown Leads 2019 Outer Critics Circle Nominations, su Playbill, Tue Apr 23 11:18:08 EDT 2019. URL consultato il 30 aprile 2019.
  10. ^ (EN) New York Theater, 2019 Drama League Award Nominations, su New York Theater, 17 aprile 2019. URL consultato il 30 aprile 2019.
  11. ^ (EN) Ryan McPhee, Jeremy Pope, Phoebe Waller-Bridge, Bonnie Milligan, More Earn 2019 Theatre World Awards, su Playbill, Thu May 02 12:08:15 EDT 2019. URL consultato il 6 maggio 2019.
  12. ^ (EN) Nellie Andreeva,Denise Petski, ‘The Politician’s David Corenswet To Star In Ryan Murphy’s Netflix Series ‘Hollywood’, in Deadline, 25 settembre 2019. URL consultato il 19 febbraio 2020.
  13. ^ (EN) TV News Desk, Billy Porter, Jeremy Pope, Hugh Jackman, & More Nominated for 2020 EMMYS - See Full List!, su BroadwayWorld.com. URL consultato il 28 luglio 2020.
  14. ^ (EN) Jeremy Pope is Broadway's MVP this season, and that's an amazing thing, su EW.com. URL consultato il 19 febbraio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN30150516728203442654 · LCCN (ENno2017116581 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017116581