Apri il menu principale

João Figueiredo

generale e politico brasiliano
João Baptista de Oliveira Figueiredo
Figueiredo (colour).jpg
Figueiredo con la fascia presidenziale

30º Presidente del Brasile
Durata mandato 15 marzo 1979 –
15 marzo 1985
Predecessore Ernesto Geisel
Successore Tancredo Neves

Direttore del Servizio d'Intelligence nazionale del Brasile
Durata mandato 15 marzo 1974 –
14 giugno 1978
Predecessore Carlos Alberto da Fontoura
Successore Otávio Aguiar de Medeiros

Ministro Capo del Gabinetto militare
Durata mandato 30 ottobre 1969 –
15 marzo 1974
Predecessore Jaime Portela de Melo
Successore Hugo de Abreu

Dati generali
Partito politico Alleanza Rinnovatrice Nazionale
(1978-1979)
Partito Democratico Sociale
(1979-1985)
Università Scuola militare di Realengo
Professione militare, politico
Firma Firma di João Baptista de Oliveira Figueiredo
João Baptista de Oliveira Figueiredo
João Baptista Figueiredo.tif
João Baptista de Oliveira Figueiredo nel 1972
NascitaRio de Janeiro, 15 gennaio 1918
MorteRio de Janeiro, 24 dicembre 1999 (81 anni)
Dati militari
Paese servitoBrasile Brasile
Forza armataCoat of arms of the Brazilian Army.svg Esercito brasiliano
Anni di servizio1937-1979
GradoGenerale dell'esercito
DecorazioniBRA Order of the Southern Cross - Grand Cross BAR.png
Altre carichepolitico
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

João Baptista de Oliveira Figueiredo (Rio de Janeiro, 15 gennaio 1918Rio de Janeiro, 24 dicembre 1999) è stato un generale e politico brasiliano. Fu presidente del Brasile dal 15 marzo 1979 al 15 marzo 1985.

La sua presidenza viene definita dagli storici Il crepuscolo del Governo militare in Brasile.[senza fonte]

BiografiaModifica

Generale dell'esercito brasiliano, Figueiredo partecipò al golpe del 1964 e fu capo dell'SNI (i servizi segreti) sotto il presidente Ernesto Geisel.

Eletto presidente dietro designazione di Geisel, Figueiredo fu l'ultimo dei presidenti militari e governò per sei anni, ma dimostrando scarse capacità di governo.

Nel 1979 abolì la censura, amnistiò i prigionieri politici e reintrodusse il multipartitismo: l'Aliança Renovadora Nacional (ARENA) diventò il Partito Democratico Sociale (PDS), che mantenne la maggioranza alle elezioni, mentre l'MDB (Movimento Democratico Brasiliano) generò il Partito del Movimento Democratico Brasiliano (PMDB), il Partito Progressista (PP), il Partito dei Lavoratori (PT), il Partito Democratico Laburista (PDT) e il Partito Laburista Brasiliano (PTB); solo i comunisti rimasero fuori legge.

Per frenare l'inflazione galoppante, nel 1980 Figueiredo decretò la riduzione dei salari, scatenando violente reazioni popolari. Dopo manifestazioni di piazza a Rio de Janeiro e San Paolo, ristabilì l'elezione diretta dei governatori statali (1980).

OnorificenzeModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN27081432 · ISNI (EN0000 0000 9591 2387 · LCCN (ENn79079900 · GND (DE1022612689 · BNF (FRcb12032926q (data) · WorldCat Identities (ENn79-079900