Apri il menu principale
John Banim

John Banim (Kilkenny, 1798Windgap, 1842) è stato uno scrittore, poeta e drammaturgo irlandese.

Indice

BiografiaModifica

Si dedicò alla narrativa, al dramma, alla saggistica e alla poesia.

Più che per la fortunata tragedia Damone e Pizia (1821), o per i saggi satirici intitolati Rivelazioni dei cadaveri viventi (1824), è soprattutto ricordato perché, nel 1825, pubblicò insieme al fratello Michael Banim (1796-1874) i Racconti della famiglia O'Hara, novelle che dovevano mostrare lo stile di vita irlandese nella sua spiazzante completezza.[1]

Banim ottenne molta notorietà e venne paragonato a Walter Scott, ma le sue opere successive (John Doe, Padre Cornell) non furono all'altezza delle precedenti e lo fecero ben presto dimenticare.

I toni pessimistici che caratterizzarono le opere di Banim, furono causati, oltre alla precoce morte della donna amata, anche da una condizione mentale e psichica sofferente.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b le muse, II, Novara, De Agostini, 1964, p. 34.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN57342311 · ISNI (EN0000 0000 8385 3455 · LCCN (ENn82159897 · GND (DE115342699 · ULAN (EN500050654 · NLA (EN35832321 · CERL cnp00585772
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie