Juan Antonio del Val Gallo

vescovo cattolico spagnolo

Juan Antonio del Val Gallo (Basconcillos del Tozo, 13 giugno 1916Santander, 13 novembre 2002) è stato un vescovo cattolico spagnolo.

Juan Antonio del Val Gallo
vescovo della Chiesa cattolica
 
Incarichi ricoperti
 
Nato13 giugno 1916 a Basconcillos del Tozo
Ordinato presbitero23 luglio 1944
Nominato vescovo4 aprile 1969 da papa Paolo VI
Consacrato vescovo15 maggio 1969 dal cardinale José María Bueno y Monreal
Deceduto13 novembre 2002 (86 anni) a Santander
 

Biografia

modifica

Juan Antonio del Val Gallo nacque a Basconcillos del Tozo il 13 giugno 1916.

Formazione e ministero sacerdotale

modifica

Conseguì la laurea in filosofia e teologia presso la Pontificia Università di Comillas.

Il 23 luglio 1944 fu ordinato presbitero. In seguito fu parroco di Mortera, canonico della cattedrale di Santander dal 1954, vicario episcopale per i religiosi e le religiose dal 1963 e vicario generale dal 1968 al 1969. Fu anche professore di scienze umane, psicologia empirica e filosofica e pedagogia presso il seminario del Monte Corbán a Santander.[1]

Ministero episcopale

modifica

Il 4 aprile 1969 papa Paolo VI lo nominò vescovo ausiliare di Siviglia e titolare di Santa Giusta. Ricevette l'ordinazione episcopale il 15 maggio successivo nella chiesa parrocchiale di Jerez de la Frontera dal cardinale José María Bueno y Monreal, arcivescovo metropolita di Siviglia, co-consacranti il vescovo di Santander José María Cirarda Lachiondo e quello di Cadice e Ceuta Antonio Añoveros Ataún.

Il 3 dicembre 1971 lo stesso papa Paolo VI lo nominò vescovo di Santander.

Durante il suo episcopato ristrutturò il seminario diocesano del Monte Corbán, inaugurò il museo diocesano "Regina Coeli" a Santillana del Mar, riorganizzò territorialmente la diocesi stabilendo 618 parrocchie, 14 arcipresbiterati e 6 vicariati territoriali e nominò tre consigli presbiterali. Per la formazione dei fedeli della sua diocesi creò la Scuola superiore di cultura religiosa, la Cattedra Giovanni Paolo II, la Cattedra di fede e cultura della Bien Aparecida e la Scuola universitaria del personale docente per l'istruzione di base generale a Torrelavega.[2]

Il 23 agosto 1991 papa Giovanni Paolo II accettò la sua rinuncia al governo pastorale della diocesi per raggiunti limiti di età.

Ricevette il titolo di figlio prediletto della Cantabria per il suo servizio al popolo cristiano nel 1994 e la medaglia d'argento della città di Santander nel 1996.

Morì a Santander alle 20 del 13 novembre 2002 all'età di 86 anni.[3] Le esequie si tennero il 15 novembre alle ore 17 nella cattedrale di Santander. Al termine del rito la salma fu tumulata nello stesso edificio.

Genealogia episcopale

modifica

La genealogia episcopale è:

  1. ^ (ES) diocesi di Santander, Testigos por los siglos - Obispos anteriores, su diocesisdesantander.com, 2007. URL consultato il 18 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2013).
  2. ^ (ES) Escritores Cántabros, Val Gallo, Juan Antonio, su escritorescantabros.com. URL consultato il 18 novembre 2013.
  3. ^ (ES) Conferenza episcopale spagnola, Fallece Mons. D. Juan Antonio del Val Gallo, Obispo emérito de Santander, su conferenciaepiscopal.es, 14 novembre 2002. URL consultato il 18 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2014).

Bibliografia

modifica
  • Miscelánea Comillas. Universidad Pontificia Comillas. 1992

Collegamenti esterni

modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN87670212 · SBN IEIV123218 · GND (DE1193286905 · BNE (ESXX845162 (data)