Apri il menu principale

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

Fu sede di un forte militare di unità ausiliarie romane dopo il 260 d.C. per l'abbandono del limes germanico-retico da parte dell'imperatore Gallieno, il cui nome latino era Castrum Rauracense[1][2].

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
La chiesa cattolica cristiana di San Gallo
 
La chiesa cattolica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

 

EconomiaModifica

A Kaiseraugst ha una delle sue sedi l'azienda Thorens.

Infrastrutture e trasportiModifica

Kaiseraugst è servito dall'omonima stazione sulla ferrovia Bözbergbahn (linea S1 della rete celere di Basilea).

AmministrazioneModifica

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Martin Hartmann, Dominik Sauerländer, Kaiseraugst, in Dizionario storico della Svizzera, 23 aprile 2009. URL consultato il 31 agosto 2018.
  2. ^ P. Southern, The roman empire from Severus to Constantine, Londra/New York 2001, p. 213.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN131421933 · GND (DE4029249-6 · BNF (FRcb121618876 (data)
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera