Karol Sevilla

attrice e cantante messicana
Karol Sevilla
Karol Sevilla Sedal 2021 4.jpg
NazionalitàMessico Messico
GenerePop
Teen pop
Periodo di attività musicale2012 – in attività
Strumentovoce, chitarra e batteria
EtichettaWalt Disney Records, Universal Music Group, Ocesa Seitrack
Colonne sonore4

Karol Sevilla, pseudonimo di Karol Itzitery Piña Cisneros (Città del Messico, 9 novembre 1999), è una cantante e attrice messicana. Nota per il ruolo di Luna Valente nella telenovela di Disney Channel Soy Luna.

BiografiaModifica

Karol Sevilla è nata a Città del Messico. Durante la sua infanzia ha studiato recitazione al Centro di educazione artistica di Televisa, dove si è laureata nella generazione 2006-2008. La sua carriera artistica è iniziata all'età di sei anni, iniziando con spot televisivi prima di raggiungere serie e romanzi della TV.

La sua prima performance televisiva è stata nel 2008 nella telenovela Querida enemiga dove ha interpretato Gina, la nipote del personaggio Ernesto, interpretata dall'attore peruviano-venezuelano Jorge Aravena. Nel 2010 partecipa alla telenovela messicana Para volver a amar, dove ha fatto un intervento speciale. L'anno successivo ha fatto parte della telenovela Amorcito corazón, serie originale di Valentina Parraga, dove ha interpretato Maria Luz, figlia di uno dei protagonisti della storia.

Nel 2011 interpreta Lucia nella telenovela Qué bonito amor, dove recita a fianco di Danna García e Jorge Salinas. La telenovela è basata sul romanzo colombiano ,, La hija del mariachi,, di Mónica Agudelo. Oltre ad apparire in più episodi di Como dice el dicho e La rosa de Guadalupe, Karol ha anche interpretato musical tra cui The Sound of Music, Annie e Il mago di Oz. Ha recitato anche in una soap opera chiamata Fantabulosa, in cui ha avuto un ruolo di primo piano.

Alla fine del 2015 è stato annunciato che sarebbe stata la protagonista della serie di Disney Channel Soy Luna, nella quale ha interpretato Luna Valente/Sol Benson. La serie è risultata un successo incredibile in tutto il mondo.

Nel 2016 ha fatto il suo debutto su YouTube con i suoi video e ha pubblicato il suo primo singolo come solista dal titolo Sonreír y Amar. Ha tenuto il suo primo concerto con sua madre in Brasile e diversi altri spettacoli in Argentina cantando cover. Nel 2019 è stata tra i giudici del talent show Pequeños gigantes nel corso della quale ha cantato la sigla ufficiale del programma. Nello stesso anno ha fatto un tour per tutta Latinoamérica e Messico avendo un successo grandioso. Il 14 febbraio 2020 pubblica il suo nuovo singolo Vuélveme a Mirar Así. Il 7 giugno 2020 firma il suo primo contratto discografico con "Ocesa Seitrack" . L'artista ha iniziato a registrare una nuova serie per Disney+ chiamata Siempre Fui Yo che dovrebbe uscire a novembre. Nel frattempo l'8 gennaio esce ufficialmente il suo primo singolo da solista accompagnato da una casa discografica intitolato Tus Besos. L'8 luglio dello stesso anno Karol Sevilla pubblica il suo secondo brano Nadie Te Entiende entrando in tendenza in moltissimi paesi,la canzone è entrata al posto 323 su iTunes Italia. Ora l'artista sta lavorando nel suo primo album.

FilmografiaModifica

TelevisioneModifica

  • Mujeres asesinas – serie TV (2009)
  • Para volver a amar – serial TV (2010-2011)
  • Amorcito corazón – serial TV (2011-2012)
  • Qué bonito amor – serial TV (2012-2013)
  • Como dice el dicho – serial TV (2012-2014)
  • La rosa de Guadalupe – serial TV (2012-2016)
  • Soy Luna – serial TV (2016-2018)
  • Pequeños gigantes – show televisivo (2019)

DiscografiaModifica

SingoliModifica

  • 2018 – A Bailar (feat. Dani Martins)
  • 2018 – El Lugar
  • 2019 – Mil Besos Por Segundo
  • 2020 – Vuélveme A Mirar Así
  • 2021 – "Tus Besos"
  • 2021 - "Nadie Te Entiende"

Colonne sonoreModifica

BibliografiaModifica

TeatroModifica

  • La novicia rebelde (2008)
  • Timbiriche Musical (2010)
  • Anita la huerfanita (2010)
  • El mago de Oz (2012)
  • Fantabulosa (2014)

Doppiatrici italianeModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Karol Sevilla è stata doppiata da:

NoteModifica

  1. ^ Soy Luna, su antoniogenna.net. URL consultato il 14 ottobre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN7367147605376957760006 · ISNI (EN0000 0004 5970 6577 · BNF (FRcb17068930q (data) · WorldCat Identities (ENviaf-7367147605376957760006