Apri il menu principale
Kawagoe
città
川越市
Kawagoe-shi
Kawagoe – Bandiera
Kawagoe – Veduta
Una strada di Kawagoe
Localizzazione
StatoGiappone Giappone
RegioneKantō
PrefetturaFlag of Saitama Prefecture.svg Saitama
SottoprefetturaNon presente
DistrettoNon presente
Territorio
Coordinate35°55′19″N 139°29′20″E / 35.921944°N 139.488889°E35.921944; 139.488889 (Kawagoe)Coordinate: 35°55′19″N 139°29′20″E / 35.921944°N 139.488889°E35.921944; 139.488889 (Kawagoe)
Superficie109,16 km²
Abitanti335 356 (1-11-2007)
Densità3 072,15 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale11201-1
Fuso orarioUTC+9
Cartografia
Mappa di localizzazione: Giappone
Kawagoe
Kawagoe
Kawagoe – Mappa
Sito istituzionale

Kawagoe (川越市 Kawagoe-shi?) è una città giapponese della prefettura di Saitama, chiamata anche "piccola Edo".

Kawagoe è famosa per le sue patate dolci e la locale "via dei dolciumi" vende dolci e bevande a base di patata (patatine, gelato, caffe e birra). Alcuni dei suoi edifici preservano la vecchia città castello del periodo Edo (tra il XVII e il XIX secolo).

Indice

StoriaModifica

La città crebbe intorno al Castello di Kawagoe, che nel periodo dello Shogunato Tokugawa fu il quartier generale del Dominio di Kawagoe. Collegata a Tokyo per via d'acqua lungo il fiume Shingashi e per terra dalla Kawagoe-kaidō properò come città di mercanti[1].

Dopo la Restaurazione Meiji divenne per un breve periodo la capitale della prefettura di Kawagoe (1871), quindi di quella di Iruma (1871-1873) e infine fu incorporato in quella di Saitama.

Con l'instaurazione del sistema delle municipalità del 1° aprile 1889 la città moderna di Kawagoe fu creata nel distretto di Iruma. Il 13 maggio 1893 gran parte della città fu distrutta da un incensio e ricostruita usando tecniche dei magazzini tradizionali giapponesi (Kura). Il 1° dicembre 1992 Kawagoe si fuse con il vicino villaggio di Senba e ottenne lo stato di città con una popolazione di 30 359  persone. Fu la prima municipalità nella prefettura di Saitamaa ottenere lo stato di città.

Nel 1939 fu annesso il villaggio di Tanomozawa.

Nel corso della seconda guerra mondiale subì solo danni minori.

Nel 1955 si espanse annettendo i villaggi di Yoshino, Furuya, Minamifuruya, Takashina, Fukuhara, Daito, Kasumigseki, Naguwashi and Yamada.

Nel dicembre 1999 il vecchio quartiere dei mercanti fu nominato come Gruppo di edifici tradizionali[2].

Il 1° aprile 2003 Kawagoe fu inserita tra le Città principali del Giappone con un aumento dell'autonomia locale.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

  • Seiya-san Muryōshuji Kita-in (星野山無量寿寺喜多院?), normalmente chiamato semplicemente Kita-in, è un tempio buddhista risalente all'830. Dopo che venne distrutto da un incendio nel 1638, lo shogun Tokugawa Iemitsu donò per la sua ricostruzione uno degli edifici del castello di Edo che venne smantellato e trasferito ed oggi ne costituisce la sala principale[1]. Il tempio comprende anche il Gohyaku Rakan, una radura in cui si trovano 538 statue di discepoli del Buddha (dette Rakan), anche se il letteralmente il nome significa 540 Rakan[1].

Archittture civiliModifica

 
La torre della campana di Kawagoe
  • Campana del tempo (時の鐘 Toki no kane?) è una torre campanaria cotruita originariamente su ordine di Sakai Tadakatsu (酒井 忠勝?) tra il 1624 e il 1644. La struttura odierna risale al 1894, l'anno dopo l'incendio che distrusse la città. È una torre a tre piani che raggiunge i 16 m di altezza. La torre ha segnato il tempo agli abitanti della città per 350 anni e ne è diventata il simbolo. Suona quattro volte al giorno (6:00, 12:00, 15:00 e 18:00)[3]
  • Via dei dolciumi (菓子屋横丁 Kashiya Yokochō?) è una piccola via dove una dozzina di negozi vendono dolciumi e snack tradizionali. Il luogo era un origine un quartiere dove si trovavano numerosi laboratori dolciari, che avevano spostato qui i laboratori dopo il Grande terremoto del Kantō del 1923.[4]
  • Via Kurazukuri (蔵造りの町並み Kurazukuri no machinami?) si trovano numeri magazzini costruiti nello stile kurazukuri (蔵造り?) e mantiene lo stile del periodo Edo. La città di Kawagoe iniziò a costruire magazzini in questo stile dopo un incendio che distrusse un terzo della vecchia città nel 1893. Nei confini e dintorni della via si possono vedere molti magazzini risalenti al XVII e XIX secolo. In un magazzino tradizionale costruito nel 1893 si trova il Museo Kawagoe Kurazukuri dove i vistatori posono sperimentare la vita dei mercanti dell'epoca Edo[5].

CulturaModifica

IstruzioneModifica

ScuoleModifica

MuseiModifica

  • 山崎美術館 (Yamazaki Bijutsuken Museo d'arte Yamazaki?): situato all'interno di un'antica officina di dolciumi, ospita le opere del pittore Hashimoto Gahō (1835-1908)[1]

EventiModifica

 
Festival di Kawagoe

Il Kawagoe Matsuri, tenuto dal XVII secolo, si svolge annualmente il terzo fine settimana di ottobre. L'evento principale del festival è una battaglia musicale tra circa 25 carri allegorici (detti daishi)[6]. Con altri trentadue matsuri giapponesi, è stato dichiarato patrimonio culturale intangibile[7]

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

FerrovieModifica

Mobilità urbanaModifica

La Seibu Bus gestisce linee di autobus urbani.

La città gestisce un servizio di prestito di biciclette nel centro cittadino, con otto punti per il prelievo/parcheggio.[8]

NoteModifica

  1. ^ a b c d Rough Guide 2017, p. 182.
  2. ^ (JA) 川越市川越 [Kawagoe], Agenzia per gli affari culturali. URL consultato il 4 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2010).
  3. ^ (JA) 時の鐘, su city.kawagoe.saitama.jp. URL consultato il 4 agosto 2019 (archiviato il 18 luglio 2019).
  4. ^ (JA) 菓子屋横丁, su city.kawagoe.saitama.jp. URL consultato il 4 agosto 2019 (archiviato il 6 luglio 2019).
  5. ^ (JA) 川越に蔵造りの町並みができるま, su Museo Kawagoe Kuradukuri. URL consultato il 4 agosto 2019 (archiviato il 26 agosto 2018).
  6. ^ Rough Guide 2017, p. 181
  7. ^ (EN) About the Kawagoe Festival, su kawagoematsuri.jp. URL consultato il 5 agosto 2019 (archiviato il 14 agosto 2018).
  8. ^ (JA) 川越市自転車シェアリングを実施します [Kawagoe introduce servizio di condivizione biciclette], City of Kawagoe, 2013. URL consultato il 13 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2014).

BibliografiaModifica

  • (EN) The Rough Guide to Japan, Rough Guide, agosto 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN134861699 · LCCN (ENn80022939 · NDL (ENJA00286774 · WorldCat Identities (ENn80-022939
  Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Giappone