Kromdraai

area protetta Sudafricana
Kromdraai
Kromdraai A.jpg
Kromdraai A visto da sudovest
Epoca2 milioni di anni fa
Localizzazione
StatoSudafrica Sudafrica
ProvinciaGauteng
Scavi
Data scoperta1938
Date scavi1938 - 1947,
1955 - 1980,
1993
ArcheologoGert Terrblanche, Robert Broom
Amministrazione
PatrimonioCulla dell'umanità
Mappa di localizzazione

Coordinate: 25°55′45″S 27°47′20″E / 25.929167°S 27.788889°E-25.929167; 27.788889

Kromdraai è una grotta piena di fossili situata circa 2 km ad est del famoso sito archeologico di Sterkfontein, e circa 45 km a nordovest di Johannesburg, Sudafrica. Fa parte del patrimonio dell'umanità dell'UNESCO denominato Culla dell'umanità.

Kromdraai B visto da nordest (2007)

Storia degli studiModifica

Nel 1938 il sito fu portato all'attenzione di Robert Broom grazie ad uno studente locale di nome Gert Terrblanche, il quale trovò numerosi denti di ominidi. I denti facevano parte di un teschio che sarebbe poi diventato l'olotipo del Paranthropus robustus. Il dottor Broom iniziò gli scavi che sarebbero proseguiti fino a circa il 1947, portando alla scoperta di numerosi resti di ominidi. Furono notati due depositi, poi definiti Kromdraai A e Kromdraai B, e fu in quest'ultimo che furono recuperati i resti di ominide.[1]

Nel 1955 C.K. Brain ricominciò a lavorare a Kromdraai B, scoprendo numerosi altri resti di ominidi e di altra fauna.[2]

Negli anni ottanta Elizabeth Vrba condusse per breve tempo un'altra campagna di scavi a Kromdraai B, allo scopo di raccogliere altri campioni per i suoi studi sui bovini sudafricani.[3]

Nel 1993 gli scavi ripartirono grazie a Francis Thackeray del Transvaal Museum, e Lee Berger dell'Università del Witwatersrand. In seguito a loro si unirono squadre dell'università di Harvard ed altri collaboratori.[4] Il risultato di questo lavoro fu il ritrovamento di altri fossili, ed una migliore datazione per il sito.

Fossili recuperatiModifica

Oltre al campione olotipo di Paranthropus robustus, sono stati recuperati altri 29 campioni di ominidi da Kromdraai B.[2] Migliaia di fossili di altri animali provengono sia da Kromdraai A che da Kromdraai B.

Datazione dei depositiModifica

Kromdraai B è stato datato a circa 2,0-1,6 milioni di anni fa, e tutti o quasi i fossili di Paranthropus robustus risalgono a 1,8-1,6 milioni di anni fa.[5]

NoteModifica

  1. ^ R. Broom, Finding the Missing Link, Watts, Londra, 1950.
  2. ^ a b J.F. Thackeray, D.J. de Ruiter, L.R. Berger and N.J. van der Merve, Hominid fossils from Kromdraai: a revised list of specimens discovered since 1938, Annals of the Transvaal Museum 38, 2001, pp. 43–56.
  3. ^ E. Vrba, The Kromdraai Australopithecine site revisted in 1980: recent investigations and results, Annals of the Transvaal Museum, 1981, pp. 17–60.
  4. ^ L.R. Berger, C. Menter and F. Thackeray, The renewal of excavation activities at Kromdraai, South Africa, South African Journal of Science, 1994, pp. 209–210.
  5. ^ Herries, A.I.R., Hopley, P.J., Adams, J.W., Curnoe, D., Maslin, M.A. 2010. Letter to the editor: Geochronology and palaeoenvironments of Southern African hominin-bearing localities- A reply to Wrangham et al., (2009), Shallow-water habitats as sources of fallback foods for hominins.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica