L'ambiziosa (film 1917)

film del 1917 diretto da Frank Reicher
L'ambiziosa
An American Widow scene b 1917.jpg
Titolo originaleAn American Widow
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1917
Durata1.500 metri (5 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
film muto
Generecommedia
RegiaFrank Reicher
SoggettoHenry K. Chambers
SceneggiaturaAlbert S. Le Vino (come Albert Shelby Le Vino)
ProduttoreMaxwell Karger (supervisore)
Casa di produzioneMetro Pictures Corporation
Distribuzione in italianoMundus
FotografiaWilliam H. Tuers, George Webber
Interpreti e personaggi
  • Ethel Barrymore: Elizabeth Carter
  • Irving Cummings: Jasper Mallory
  • H. Dudley Hawley: conte di Dettminster
  • Ernest Stallard: Augustus Tucker
  • Charles Dickson: Theodore Bacon
  • Alfred Kappeler: Pitney Carter
  • Arthur Lewis: Carstairs
  • Pearl Browne: madame Albani

L'ambiziosa (An American Widow) è un film muto del 1917 diretto da Frank Reicher. La sceneggiatura di Albert S. Le Vino si basa sull'omonimo lavoro teatrale di Kellett Chambers, andato in scena a New York il 6 settembre 1909[1][2].

TramaModifica

Elizabeth Carter, ricca vedova americana, ha il progetto di sposare il conte di Dettminster ma, prima delle nozze, l'avvocato Tucker la informa che, nel testamento che la lascia erede di tutta la fortuna dei Carter, secondo un codicillo, tutto il patrimonio andrebbe al nipote Pitney se il suo secondo marito non fosse americano. Per cercare di trovare una via di uscita, la vedova paga cinquantamila dollari a Jasper Mallory, un drammaturgo senza il becco di un quattrino, che dovrà sposarla e poi concederle subito dopo il divorzio, in modo da permettere a Elisabeth di convolare a nuove nozze con il conte che diventerà così il suo terzo marito, aggirando con questo stratagemma le disposizioni testamentarie del defunto marito. Per ottenere il divorzio, Elisabeth ingaggia anche madame Albani, che dovrà passare per l'amante di Jasper. Ma il piano fallisce: il commediografo che fino a quel momento non aveva mai avuto fortuna, scrive una commedia che ha grande successo e Elisabeth si innamora di lui, mentre l'avvocato ammette di essersi inventato il codicillo solo per favorire Pitney, che era innamorato di Elisabeth. I due coniugi annunciano di non volere più divorziare e arriva pure la notizia del matrimonio tra madame Albani e il conte di Dettminster.[1]

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dalla Metro Pictures Corporation.

DistribuzioneModifica

Il copyright del film, richiesto dalla Metro Pictures Corp., fu registrato l'11 dicembre 1917 con il numero LP11823[1][3]. Distribuito dalla Metro Pictures Corporation, il film uscì nelle sale statunitensi il 17 dicembre 1917.

Non si conoscono copie ancora esistenti della pellicola che viene considerata presumibilmente perduta[3].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema