Apri il menu principale

La repubblica di San Gennaro

film del 2003 diretto da Massimo Costa

TramaModifica

Il film è ambientato in Italia in un ipotetico 2013 in cui un referendum sancisce la divisione dell'Italia del nord dal resto del paese, con la costruzione di ghetti intorno alle grandi città settentrionali, destinati agli immigrati dal sud Italia in cui essi possano mantenere la propria cultura. I protagonisti della storia sono i due fratelli Strummolo: Gennaro (Gianfelice Imparato) e Addolorata (Anna Ammirati), costretti a vivere proprio in uno di questi ghetti. Mentre però Addolorata è innamorata di un conterraneo e non fa nulla per nascondere le proprie origini, sperando di poter tornare un giorno a Napoli, Gennaro tenta in tutti i modi di comportarsi da settentrionale (si presenta come Ghenny, indossa parrucchino biondo e abbigliamento tirolese, cambia il proprio cognome da Strummolo in Strumm) per poter diventare cittadino del Nord. Per raggiungere tale ambìto risultato sottopone sé stesso e la sorella agli esami della rigida algida assistente sociale Olga (Lucrezia Lante della Rovere) imposti dall'amministrazione del Nord. Durante tali esami, tuttavia, Olga perde la testa per il fidanzato di Addolorata, sconvolgendo i piani dei due fratelli.

Produzione e distribuzioneModifica

Il film è stato tratto dalla commedia Casa di frontiera di Gianfelice Imparato[1], che nel film interpreta la parte del protagonista Gennaro Strummolo.

Prodotta nel 2001, la pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche italiane il 6 giugno 2003. È l'ultimo film in cui recita Aldo Giuffré.

NoteModifica

  1. ^ La repubblica di San Gennaro, Cinematografo.it. URL consultato il 27 novembre 2009.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema