Apri il menu principale

Lamento di Portnoy

romanzo scritto da Philip Roth
Lamento di Portnoy
Titolo originalePortnoy's Complaint
Portnoy s Complaint.jpg
AutorePhilip Roth
1ª ed. originale1969
1ª ed. italiana1970
Genereromanzo
Lingua originaleinglese

Lamento di Portnoy (in originale Portnoy's Complaint) è un romanzo di Philip Roth pubblicato nel 1969.

Il romanzo è strutturato come un ininterrotto monologo del narratore, Alexander Portnoy, un ebreo americano, al suo psicanalista, il dottor Spielvogel, prima che quest'ultimo inizi la terapia prevista. Suddiviso in sette capitoli dai titoli alquanto esilaranti (Seghe e Figomania si intitolano nella traduzione italiana rispettivamente il secondo e il quarto), ha come filo conduttore l'alternanza dei piani temporali prodotta dalla rievocazione memoriale del protagonista-narratore: nevrotico, erotomane, morbosamente attaccato alla madre e alle tradizioni ebraiche, spesso peraltro dileggiate e contestate nei loro assurdi divieti, uomo di successo (secondo coordinate americane: è Responsabile di un dipartimento dell'amministrazione di New York contro la Discriminazione), eppure incapace di trovare un centro stabile e disperatamente alla ricerca di una moglie, una famiglia, dei figli. Da Newark a New York, dalla Grecia fino in Israele, Alex Portnoy si porta dietro le sue manie, i suoi tic, le sue idiosincrasie e le sue morbosità sessuali, alla disperata ricerca di una banale, ordinaria, normalità.

Indice

Adattamenti cinematograficiModifica

Edizioni italianeModifica

  • Philip Roth, Lamento di Portnoy, traduzione di Letizia Ciotti Miller, Milano, Bompiani, 1970.
  • Philip Roth, Lamento di Portnoy, traduzione di Roberto C. Sonaglia, Milano, Leonardo, poi Torino, Einaudi, 1989, 2005, ISBN 978-88-06-17395-1.

NoteModifica


Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàBNF (FRcb16687478d (data)
  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura