Autani dei sette fratelli

(Reindirizzamento da Lautani dei sette fratelli)

L'Autani dei sette fratelli[3], in dialetto locale L'Autani set frei[4], è una processione religiosa che si svolge a Montescheno. Si tratta di una delle processioni più lunghe[1] e, probabilmente, di una delle più antiche delle Alpi.

Autani dei sette fratelli
La processione mentre scende dall'alpe Forcola verso Montescheno
Nome originaleL'autani set frei
Tiporeligiosa
Periodoogni anno
Celebrata inestate
Celebrata aMontescheno, Valle Ossola
Religionecattolica
Data d'istituzioneXVII secolo (1640[1][2]) o anteriore

Storia modifica

L'origine di questa processione è molto antica, anche se è difficile datare con precisione l'anno di inizio. Si ritiene possa risalire a prima della peste del 1640, e c'è chi ipotizza che si sia innestata su antichi riti pagani[1]. La leggenda narra che i primi a percorrere questa processione siano stati sette fratelli del paese, come penitenza. Il termine "Autani" è probabilmente una contrazione dialettale di litanie.[1] Nell'area ossolana anche in altre comunità locali si celebrano processioni denominate autani per la stessa ragione, e la specificazione dei sette fratelli serve per distinguere questa manifestazione religiosa della altre.[3] Negli anni '60 del Novecento, questa tradizione fu rinvigorita dal parroco Antonio Visco.

L'autani si continua a svolgere ancora oggi, la terza domenica di luglio[5] a Montescheno, ed è un evento molto sentito nel VCO[6].

Descrizione modifica

Si tratta di un giro ad anello tra le montagne attorno al paese di Montescheno[7], a cavallo tra la Valle Antrona e la Val Bognanco. Il suo tracciato misura circa 25 km[1] e comprende un dislivello di 1700 metri. La partenza dei fedeli avviene nelle prime ore del mattino e il ritorno a Montescheno in tarda serata.[6] Nel corso della processione vengono visitati vari alpeggi e i partecipanti eseguono canti religiosi tradizionali in latino[8], e pregano per la protezione della zona da vari eventi avversi come siccità, alluvioni e valanghe[6]. Il sacerdote officiante benedice per sette volte la terra. [9] Il percorso della processione è stato segnalato come itinerario escursionistico, con segnavia codice IC04.[10]

Note modifica

  1. ^ a b c d e Roberto Bianchetti, L'autani del buon cammino, in Piemonte Parchi, Regione Piemonte, 9 luglio 2010. URL consultato il 15 aprile 2024.
  2. ^ Silvano Crepaldi, Santi e reliquie, Lampi di stampa, 1º novembre 2012, p. 396, ISBN 978-88-488-1383-9. URL consultato il 14 aprile 2024.
  3. ^ a b Aldo Molino, L'anello di Vallemiola, in Piemonte Parchi, Regione Piemonte, 2 novembre 2021. URL consultato il 15 aprile 2024.
  4. ^ Augusto Fortis, Le Alpi, il paradiso dell'Outdoor. 600 itinerari, Abel Books, 2022, ISBN 9788867522507. URL consultato il 15 aprile 2024.
  5. ^ (DE) 65. Il Land der gunen Steine, in Schnell mal weg! Alpen - Die besten Ideen für den Kurzurlaub, Bruckmann Verlag, 2021, ISBN 9783734322204. URL consultato il 15 aprile 2024.
  6. ^ a b c Teresio Valsesia, Le “escursioni di fede” nelle valli ossolane per fermare siccità, alluvioni e valanghe - In Ossola l’appuntamento più famoso è l’Autani di Montescheno, in La Stampa. URL consultato il 15 aprile 2024.
  7. ^ (DE) Tim Shaw, Valle Antrona, in Ossola - Zwischen Lago Maggiore, Monte Rosa und Nufenenpass. 50 Touren, Bergverlag Rother, 2021, ISBN 9783763303502. URL consultato il 15 aprile 2024.
  8. ^ (EN) Dana Facaros e Michael Pauls, Lombardy and the Italian Lakes, Cadogan Guides, 2008, p. 170, ISBN 9781860114021. URL consultato il 15 aprile 2024.
  9. ^ Ente di Gestione delle Aree Protette dell'Ossola, Parco Naturale dell'Alta Valle Antrona - Antiche processioni sui monti di Antrona, su parks.it, Federparchi, 2024. URL consultato il 15 aprile 2024.
  10. ^ Itinerario Autani dei Set Frei (IC04), su comune.montescheno.vb.it, Comune di Montescheno. URL consultato il 18 aprile 2024.

Voci correlate modifica

Collegamenti esterni modifica