Lee Myung-bak

politico sudcoreano
Lee Myung-bak
이명박
李明博
Sebastián Piñera - Lee Myung-bak (cropped).jpg

Presidente della Corea del Sud
Durata mandato 25 febbraio 2008 –
25 febbraio 2013
Capo del governo Han Seung-soo
Chung Un-chan
Yoon Jeung-hyun (ad interim)
Kim Hwang-sik
Predecessore Roh Moo-hyun
Successore Park Geun-hye

Sindaco di Seul
Durata mandato 1º luglio 2002 –
30 giugno 2006
Predecessore Goh Kun
Successore Oh Se-hoon

Membro dell'Assemblea Nazionale
per Jongno
Durata mandato 30 maggio 1996 –
21 febbraio 1998
Predecessore Lee Jong-chan
Successore Roh Moo-hyun

Dati generali
Partito politico Grande Partito Nazionale
Università Korea University (L.A.A.)
Firma Firma di Lee Myung-bak 이명박 李明博

Lee Myung-bak[1] (이명박?, 李明博?, I MyeongbakLR) (Osaka, 19 dicembre 1941) è un politico sudcoreano, ex presidente della Corea del Sud ed ex sindaco di Seul. Ha iniziato il suo mandato il 25 febbraio 2008. È membro del Grande Partito Nazionale (한나라당?), di tendenza conservatore.

Il 5 ottobre 2018 è stato condannato a 15 anni di reclusione.

IniziModifica

Nacque il 19 dicembre 1941 a Osaka, in Giappone, dove suo padre lavorava come massaio. Nel 1945, dopo la liberazione, la sua famiglia ritornò in Corea e si stabilì a Pohang.

Studiò amministrazione di impresa nella Università di Seul. In quel periodo partecipò alle manifestazioni di protesta contro la normalizzazione dei rapporti tra la Corea del Sud e il Giappone, portata a termine dal Presidente Park Chung-Hee nel 1965.

Carriera nel mondo dell'impresaModifica

Nel 1965 entrò nella multinazionale Hyundai dove si avvicinò al fondatore della compagnia Chung Ju-Yung, che lo nominò quadro nel 1977. Investì anche nel settore immobiliare e fece fortuna grazie all'esplosione dei prezzi immobiliari dagli anni settanta agli anni novanta.

Negli anni ottanta, si avvicinò ai capi politici della regione come Jiang Zemin o Michail Gorbačëv.

Nel 1988, fu nominato presidente della Hyundai Engineering, che già contava 160.000 dipendenti nel mondo. Si dimise nel 1992, dopo 27 anni di carriera.

Carriera nel mondo politicoModifica

Nel 1992 fu eletto deputato e dal 2002 al 2006 fu sindaco di Seul. Il suo mandato è stato caratterizzato da opere pubbliche di urbanistica.

Il 19 dicembre 2007 è stato eletto Presidente della Corea del Sud con più del 50% dei voti (contro il 26% del suo avversario).

OnorificenzeModifica

Onorificenze sudcoreaneModifica

  Gran Maestro e Cavaliere dell'Ordine di Mugunghwa
— 2008
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito della Fondazione Nazionale
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito Civile
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito Militare
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito per Servizio
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito della Sicurezza Nazionale
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito del Servizio Diplomatico
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito del Servizio Industriale
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito del Servizio al Movimento Nuova Comunità
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito Culturale
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito Sportivo
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito della Scienza e della Tecnologia

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila d'Oro (Kazakistan)
— 4 maggio 2009
  Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 2 settembre 2009[2]
  Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca)
— 11 maggio 2011
  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 30 maggio 2012

NoteModifica

  1. ^ Nell'onomastica coreana il cognome precede il nome. "Lee" è il cognome.
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Sito ufficiale, su english.mbplaza.net. URL consultato il 20 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2008).
  • (KO) Sito ufficiale, su mbplaza.net. URL consultato il 20 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2007).
Controllo di autoritàVIAF (EN54050630 · ISNI (EN0000 0000 7883 1411 · LCCN (ENnr96041947 · GND (DE136354211 · BNE (ESXX4731880 (data) · NDL (ENJA00420568 · WorldCat Identities (ENlccn-nr96041947