Lorentzweiler

comune lussemburghese

Lorentzweiler (in lussemburghese: Luerenzweiler) è un comune del Lussemburgo centrale. Fa parte del cantone di Mersch, nel distretto di Lussemburgo. Si trova lungo il corso del fiume Alzette.

Lorentzweiler
comune
Lorentzweiler/Luerenzweiler
Lorentzweiler – Stemma
Lorentzweiler – Veduta
Lorentzweiler – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera del Lussemburgo Lussemburgo
DistrettoLussemburgo
CantoneMersch
Amministrazione
SindacoJos Roller
Territorio
Coordinate49°42′N 6°09′E / 49.7°N 6.15°E49.7; 6.15 (Lorentzweiler)
Altitudine219 m s.l.m.
Superficie17,45 km²
Abitanti3 023 (2005)
Densità173,24 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Lussemburgo
Lorentzweiler
Lorentzweiler
Lorentzweiler – Mappa
Lorentzweiler – Mappa
Sito istituzionale

Nel 2005, la città di Lorentzweiler, capoluogo del comune che si trova al centro del suo territorio, aveva una popolazione di 743 abitanti. Le altre località che fanno capo al comune sono Blaschette, Bofferdange, Helmdange e Hunsdorf.

Storia modifica

Simboli modifica

«Tagliato di rosso e d'oro, alla graticola dell'uno all'altro, posta in sbarra, accompagnata in capo da una mano benedicente, d'argento, e in punta da un orso passante di nero, sellato di rosso.»

Lo stemma è stato adottato il 5 ottobre 1978. Il colore rosso e oro deriva dallo stemma dei Conti di Meysembourg (d'oro; al capo di rosso, caricato di tre merlotti d'argento), che governarono su Blaschette. La graticola allude al nome del paese essendo l'attributo di san Lorenzo, patrono della parrocchia di Lorentzweiler. La mano d'argento benedicente è ripresa dallo stemma dell'abbazia di Echternach, che amministrò Lorentzweiler sin dalle sue origini[1]; l'orso nero sellato di rosso proviene dallo stemma dell'abbazia di San Massimino di Treviri, che amministrò il villaggio di Hünsdorf, compreso nel territorio comunale, dall'853.[2][3]

Trasporti modifica

È servita una stazione ferroviaria che collega la città con Lussemburgo e Diekirch e ha anche un'uscita dell'A7.

Note modifica

  1. ^ Il sigillo dell'abbazia di Echternach recava: un'aquila imperiale di nero, caricata di una croce fiordalisata di rosso, sopracaricata di una mano di carnagione (o d'argento).
  2. ^ Il sigillo dell'abbazia di San Massimino era: un'aquila imperiale, caricata in cuore di uno scudetto recante un orso passante e sellato.
  3. ^ (FRDE) Origine et signification des armoiries de la commune de Lorentzweiler, su lorentzweiler.lu. URL consultato il 3 novembre 2022.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN248290127 · GND (DE4690598-4 · WorldCat Identities (ENviaf-248290127
  Portale Lussemburgo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Lussemburgo